Menu

Altromercato

Altromercato lavora ogni giorno da oltre 25 anni per la promozione e realizzazione di pratiche di economia solidale finalizzate a uno sviluppo sostenibile, al Sud come al Nord del Mondo

Fondato nel 1988, Altromercato è la principale organizzazione di fair trade presente in Italia e tra le principali a livello internazionale. Lavora ogni giorno per continuare ad essere riferimento nella promozione e realizzazione di pratiche di economia solidale finalizzate a uno sviluppo sostenibile.

Altromercato è un Consorzio, quindi una realtà collettiva, che ha scelto fin dalla nascita una forma comunitaria di scambio e crescita poiché crede nei valori del confronto e della partecipazione. E’ composto da 113 cooperative e organizzazioni non-profit che promuovono e diffondono il Commercio Equo e Solidale attraverso la gestione di circa 300 negozi “Botteghe Altromercato”, diffuse su tutto il territorio italiano. Altromercato cerca relazioni e instaura rapporti commerciali diretti con i paesi del Sud del Mondo, con le popolazioni svantaggiate e i produttori marginalizzati dal mercato. Lavora con circa 150 organizzazioni, formate da decine di migliaia di artigiani e contadini in 50 paesi. Garantisce l’importazione dei prodotti a prezzi equi per valorizzare i costi reali di lavorazione e permettere una retribuzione dignitosa del lavoro, assicura trasparenza nei rapporti di cooperazione e continuità nei rapporti commerciali, sostiene attivamente la coltivazione biologica e promuove progetti di auto-sviluppo sociale e ambientale.

Con questo stesso spirito, dal 2010, lavora anche con piccole produzioni in Italia, per esempio con quelle realtà che operano in economie carcerarie, o sulle terre confiscate alla mafia e commercializza i prodotti nella linea Solidale Italiano Altromercato. La gamma dei prodotti Altromercato si compone di articoli di artigianato, abbigliamento e accessori, prodotti alimentari, anche freschi, una linea di igiene e cosmesi naturale ed una dedicata alla casa. Oltre che nella rete delle Botteghe Altromercato, i principali prodotti sono presenti oggi anche in punti vendita della grande distribuzione, negozi di alimentazione naturale, ristoranti, mense scolastiche, bar ed erboristerie.

Altromercato sta partecipando alla sperimentazione nazionale triennale “Family Audit”, avviata nel 2012 dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento per le Politiche della Famiglia insieme alla Provincia Autonoma di Trento, adottando gli standard della certificazione aziendale familiare.

Marchio_R_Family_Audit1__200
????????????????????????????????????

MISSION

Offrire ai produttori marginalizzati delle economie internazionali e nazionali la concreta opportunità di entrare nel mercato con soluzioni innovative, rispettose dell’ambiente, economicamente sostenibili e funzionali; diffondere i princìpi e i prodotti del Commercio Equo e Solidale; favorire il cambiamento sociale, soprattutto attraverso la rete di Botteghe Socie, per promuovere una maggiore e migliore equità delle regole e delle pratiche del commercio internazionale.

VALORI UNIVERSALI

Onestà: sincerità, trasparenza e linearità sono la declinazione del valore“onestà” inteso non solo nel senso tradizionale del termine ma anche come onestà intellettuale, cioè la capacità di riconoscere le proprie possibilità, potenzialità e responsabilità, ma anche i propri limiti. Nella comunicazione significa volontà di non ingannare, autenticità e consapevolezza.

Correttezza: conformità del sistema di gestione alla legislazione, alle normee alle convenzioni vigenti, nei riguardi sia delle componenti interne, sia di
quelle esterne all’Organizzazione nei confronti della propria base sociale.

Democrazia: in virtù della dimensione strutturale a rete del Consorzio, la democrazia non può che essere il valore garante della partecipazione collettiva e comune ai processi decisionali. È il presupposto del senso di appartenenza all’interno della base sociale delle Botteghe. La democrazia, come valore e come prassi, è incoraggiata e sostenuta anche presso le realtà dei produttori.

valori

La Nuvola dei Valori sui quali Altromercato fonda la propria cultura d’impresa e articola la propria attività è suddivisa in Valori Universali e Tipizzanti.

VALORI TIPIZZANTI

Rispetto: l’attenzione all’essere altro è parte fondante di una vita che fa dell’alterità un tema essenziale. Ciò si tramuta in un articolato tessuto di relazioni basato sul rispetto.
- Della persona, concepita in tre dimensioni: come produttore del Sud del Mondo, cui è riconosciuta una parità di relazione che culmina con la determinazione del prezzo equo; come dipendente, quindi attenzione ai bisogni e alle aspettative legittime dei propri lavoratori al fine di generare un clima di riconoscimento, appartenenza e di soddisfazione; come umanità/cittadinanza e quindi interrelazione con la collettività e con le sue componenti rappresentative, per un dialogo partecipativo di scambio e di arricchimento sociale, finalizzato al miglioramento della qualità della vita.
- Dei clienti/consumatori: attenzione ai bisogni e alle aspettative di chi utilizzai prodotti Altromercato in una logica di miglioramento continuo della qualità del servizio percepito e di gusto/estetica del prodotto acquistato.
- Dell’ambiente: rispetto verso un attore importante ma silenzioso, al fine di garantire alle generazioni future la possibilità di soddisfare le proprie esigenze, così come lo è stato, indicativamente, per la nostra.

Giustizia: valore da ricercare sempre e comunque, da vivere non solo nei rapporti con i produttori, ma anche nelle relazioni con tutti i portatori di interesse; intesa anche come equa suddivisione delle risorse, dell’ambiente, della parola e dei pensieri.

Innovazione: nell’ambito dei prodotti del Commercio Equo e Solidale è possibile portare elementi di miglioramento e di innovazione sotto tutti i punti di vista - dall’ambito ambientale all’ottimizzazione della filiera, dal formato di vendita all’ideazione di nuovi canali di vendita, dall’originalità dei prodotti alla spinta verso una società diversa in una logica di sostenibilità ambientale ed economica.

IL CONSORZIO ALTROMERCATO

Altromercato è un Consorzio, quindi una realtà collettiva, che ha scelto fin dalla nascita una forma comunitaria di scambio e crescita poiché crede nei valori del confronto e della partecipazione.

Altromercato è composto da 114 Soci, cooperative e organizzazioni non-profit che promuovono e diffondono il Commercio Equo e Solidale attraverso la gestione di circa 300 negozi “Botteghe Altromercato”, diffuse su tutto il territorio italiano.

La carta d'identità

Nome. Ctm Altromercato soc. coop

Forma giuridica. Società cooperativa a fini consortili

Anno di fondazione. 1988

Statuto sociale del Consorzio

Lo statuto

AcrobatPdf-Grande

Sede. Legale: Bolzano, Operativa: Verona, Magazzino: Vallese
Finalità economica. Il Consorzio non ha finalità di lucro.
Finalità sociale. Il consorzio intende essere parte attiva e propositiva di un'economia sociale fondata sui principi del Commercio Equo E Solidale, della giustizia, della sostenibilità e della cooperazione.
Soci : 113 Soci (di cui 84 Cooperative, 27 Associazioni, 1 Organizzazione Non Governativa e 1 Fondazione).
Partecipanti al gruppo Altromercato: Ctm Agrofair Italia S.r.l., Inventa S.r.l. – unipersonale.
Prodotti commercializzati dal gruppo Altromercato.
Alimentari confezionati
Alimentari freschi
Materie prime alimentari
Tessili, abbigliamento, accessori e ricorrenzeProdotti per la cura della casaProdotti per la cura della persona.
Scopo sociale. Ispirato ai principi contenuti nella Carta dei Criteri del Commercio Equo e solidale nazionale di Equo Garantito e dagli standard ad oggi internazionalmente riconosciuti di World Fair Trade Organization (WFTO) o da altri futuri enti che si ispirino a principi analoghi, Altromercato, in tutte le sue attività, ha l’obiettivo di promuovere e determinare la diffusione di modelli di economia solidale che favoriscano uno sviluppo equo ed equilibrato di tutti i soggetti che partecipano alla produzione e allo scambio di un bene o di un servizio. In questa prospettiva Altromercato ha per scopo prioritario lo sviluppo del Commercio Equo e Solidale. Perciò si attiverà per promuovere esperienze innovative che abbiano per oggetto l’accesso al mercato di quei soggetti deboli che trovano maggiore ostacolo nell’affermazione dei propri diritti a causa di condizioni economiche, geografiche, sociali o politiche.

Altromercato inoltre ha lo scopo di favorire lo sviluppo dei propri soci e la loro attività, gestendo e coordinando in loro vece i rapporti con i produttori e organizzando alcune fasi delle filiere del Commercio Equo e Solidale nell’interesse comune, promuovendo un’immagine unitaria dei soci sul mercato, sostenendo la loro azione sul territorio e creando partnership con enti e organizzazioni dell’economia sociale volte a realizzare un sistema sostenibile ed esteso di economia equa.
Altromercato nella sua attività si atterrà ai seguenti principi: 
a) divieto di distribuire i dividendi in misura superiore all'interesse massimo dei buoni postali fruttiferi, aumentato di due punti e mezzo rispetto al capitale effettivamente versato;
b) divieto di remunerare gli strumenti finanziari offerti in sottoscrizione ai soci cooperatori in misura superiore a due punti rispetto al limite massimo previsto per i dividendi; 
c) divieto di distribuire le riserve fra i soci cooperatori; 
d) obbligo di devoluzione, in caso di scioglimento della società, dell’intero patrimonio sociale, dedotto soltanto il capitale sociale e i dividendi eventualmente maturati, ai fondi mutualistici per la promozione e lo sviluppo della cooperazione. 
Altromercato non ha fine di lucro, è retto da scopo mutualistico e svolge la propria attività mutualistica in funzione del conseguimento dell'oggetto sociale. 
Nella costituzione e nell'esecuzione dei rapporti mutualistici è obbligato al rispetto del principio di parità di trattamento. In funzione della quantità e qualità dei rapporti mutualistici, la parità di trattamento deve essere rispettata anche nella ripartizione dei ristorni. I regolamenti determinano i criteri e le regole inerenti allo svolgimento dell'attività mutualistica fra Altromercato e soci. Tali regolamenti, predisposti dagli amministratori, dovranno essere approvati dall'assemblea con le maggioranze previste per le assemblee straordinarie.
Altromercato, il cui scambio mutualistico si pone all'atto finale dell'attività di impresa, nel settore del consumo, svolge la propria attività prevalentemente a favore dei soci, consumatori o utenti di beni o servizi. 
Altromercato può svolgere la propria attività anche con terzi. 
Altromercato può aderire a gruppi cooperativi paritetici.

Associato a: Equo Garantito, EFTA, WFTO.

Advocacy

Per Altromercato l’attenta osservazione e la profonda conoscenza delle dinamiche della politica e dell’economia internazionale rappresentano una premessa fondamentale per poter realizzare la mission del fair trade. Essa consiste non solo nel mettere in atto e promuovere scambi commerciali basati sull’equità e il rispetto, ma anche sulla necessità di conoscere le regole del mercato internazionale al fine di cambiare quelle che penalizzano le fasce più deboli della popolazione mondiale.

Il cambiamento delle regole può avvenire in molti modi: attraverso azioni di pressione sugli opinion leader e i decision maker, ma anche attraverso una costante azione d’informazione e sensibilizzazione sui cittadini, al fine di favorire dei cambiamenti che partano dal basso.

Nella strategia di Altromercato le campagne e le azioni di advocacy a tutti i livelli rappresentano gli strumenti più importanti, insieme ovviamente alla commercializzazione di prodotti fair trade, per costruire ogni giorno un mondo più giusto.

Il Commercio Equo e Solidale

Politiche mondiali

mndial

Altromercato, attraverso la sua rete di cooperative e associazioni, si impegna a diffondere in tutta Italia le iniziative e le campagne promosse dalla  World Fair Trade Organisation (WFTO).

Di seguito l'elenco di attività ed iniziative che Altromercato si impegna a sostenere:

  • World Fair Trade Day
  • Fair Trade Beyond 2015
  • I Forum Internazionali

Politiche europee

euro

Il movimento del Commercio Equo e Solidale promuove i diritti dei piccoli agricoltori e artigiani del Sud del Mondopresso le istituzioni europee, in particolare Commissione, Parlamento e Consiglio, attraverso il Fair Trade Advocacy Office(FTAO), con sede a Bruxelles.

Questo ufficio presiede i processi politici e le decisioni a livello europeo che potrebbero avere un impatto presso le organizzazioni del Commercio Equo e Solidale sia in Europa che negli altri continenti.
Altromercato fa conoscere le iniziative di FTAO in Italia e le promuove attivamente.

Politiche nazionali

nation

Il Commercio Equo e Solidale in Italia è cresciuto in modo significativo grazie ad un costante lavoro d’informazione che Altromercato e altre organizzazioni hanno portato avanti negli anni, con l’obiettivo di far conoscere quali sono le dinamiche di profonda ingiustizia nel commercio internazionale che hanno fatto sorgere la necessità di ripensare in modo deciso alla gestione degli scambi partendo proprio dalla dignità del lavoro delle persone e dalla garanzia del rispetto dei loro diritti.

L'Agenda Verde di Altromercato

Altromercato da sempre mette in pratica tutta una serie di iniziative volte a ridurre l’impatto ambientale dei suoi prodotti ma anche delle produzioni.

Il 90% degli imballi di Altromercato è totalmente riciclabile e il 40% di questi è realizzato con materiali riciclati.

Su questo fronte Altromercato è stato un pioniere. Alcuni esempi: Altromercato è stato il primo in Italia a proporre per tutti i suoi caffè un pack ecologico e innovativo in materiale plastico senza alluminio, smaltibile nella plastica anziché nel secco indifferenziato. Con questa confezione il caffè Altromercato fa due volte la differenza: è solidale con le economie del Sud del mondo e sceglie una veste “solidale con l’ambiente”. Questo pacchetto, che garantisce un “sottovuoto” assolutamente paragonabile a quello degli imballi tradizionali, a fine vita può essere destinato al circuito del riciclo delle plastiche miste che vengono riutilizzate per produrre panchine, parchi gioco, recinzioni, arredi urbani, cartellonistica stradale, grucce e molto altro ancora. L’utilizzo di questo materiale sia per le referenze in pacchetto, sia in quelle in cialda e in grani, consente un risparmio di circa 4.400 kg di alluminio l’anno. Inoltre, questo materiale è più leggero, tanto che il peso della confezione è ridotto del 16%, permettendo un risparmio di imballo destinato al caffè di 4 tonnellate annue.

verde

Anche gli involucri delle confezioni delle tavolette di cioccolato Altromercato non contengono alluminio. Sono realizzati in carta e plastica che possono essere smaltiti con la raccolta differenziata.
Le confezioni dei prodotti di Natyr e BioNatyr, la linea di cosmesi del commercio equo e solidale di Altromercato, sono realizzati con materiali riciclati e riciclabili.
 
A dimostrazione della grade attenzione e del grande impegno di Altromercato, all’ultima edizione di Unipro, il premio italiano della cosmetica, la linea Bio Natyr ha ottenuto il premio speciale per l’innovazione per la creazione di ricchezze sociali.
 
Grande attenzione alla sostenibilità anche nella logistica. 
 
Altromercato s’impegna a far viaggiare le proprie merci in container pieni. Per questa ragione ad esempio Safylla, la linea di cura per la casa di Altromercato, viene distribuita con flaconi “salva spazio” e secondo la formula ecoricarica. 
 
In un anno grazie al sistema alla spina Altromercato ha evitato di immettere nell’ambiente quasi 20.000 flaconi e 3600 kg di CO2.
 
Per il trasporto delle merci vengono utilizzati esclusivamente bancali con marchio FSC, che garantisce il rimboschimento delle aree da cui proviene il legno con cui vengono prodotti.

Presso il magazzino di Altromercato per il confezionamento degli ordini è stata messa a punto una modalità “eco-friendly” che prevede l’utilizzo dei soli cartoni fissati con delle regge in pvc riciclabile. Ciò implica un limitato utilizzo di nastro adesivo e l’eliminazione totale del nylon che solitamente ricopre tutto il volume della pallet. Per le spedizioni di prodotti alimentari invece viene utilizzato il prestirato, un film estensibile che permette una riduzione di consumo di questo materiale plastico nell’imballo dei bancali.