Menu

La tiella di Gaeta, piatto tradizionale laziale

tiella-gaetana

La tiella di Gaeta, piatto tradizionale laziale

Categoria: Antipasti e finger food, Primi
Occasione: Aperitivo, Brunch, In piedi, Per i più piccoli, Picnic, Quando vuoi
Bevande abbinate: Birra agricola weizen Ticinensis - BIO
Difficoltà: 40
Tempo di cottura: Circa un'ora
Tempo di preparazione: 30 minuti circa
Stagione: Autunno, Primavera, Estate
Autore: Fair Food Blogger Occhiovunque

Ingredienti:

Dosi per: 4 persone

Farina di grano duro Bio Solidale Italiano Altromercato

500 gr.

Lievito di birra

20 gr.

Olio EVO Bio Solidale Italiano Altromercato

3 cucchiai

Cipolla

1/4

Acqua tiepida

200 ml

Polpi bolliti

1 kg

Olive di Gaeta snocciolate

100 gr

Polpa di pomodoro

100 gr

Sale

q.b.

Prezzemolo

q.b.

Chili in polvere Altromercato

q.b.

TIPICA RICETTA LAZIALE, È UNA GUSTOSA TORTA SALATA DI PASTA MORBIDA. PER IL RIPIENO POTETE SBIZZARRIRVI E ACCONTENTARE I GUSTI DI GRANDI E PICCINI.

Fasi e preparazione:

  1. Prepara l’impasto unendo lievito, sale e olio in una ciotola.
  2. Aggiungi la farina pian piano fino ad ottenere un impasto omogeneo. Continua a lavorarlo per almeno 10 minuti, quindi lascialo riposare per un'ora sotto ad uno strofinaccio umido in un ambiente caldo.
  3. Per il ripieno taglia a pezzetti i polpi, condiscili con olio, prezzemolo, cipolle, peperoncino, passata di pomodoro e olive.
  4. Prendi metà dell’impasto e stendilo con un matterello fino a ottenere una sfoglia dello spessore inferiore ad un centimetro.
  5. Ungi una teglia rotonda con l’olio e foderala con il disco di pasta.
  6. Metti il ripieno sulla pasta e ricoprilo con un disco di pasta come quello preparato in precedenza, unendo i due dischi con una lieve pressione su tutto il bordo.
  7. Inforna a 180°C per almeno 30 minuti, fino a far diventare la pasta ben dorata. Servila tiepida.

Il CircolodelCibo segnala:
Da Occhiovunque una ricetta tipica laziale davvero gustosa. Essenzialmente è una torta salata composta da due dischi di pasta morbida, che vengono uniti schiacciandoli con le dita, che custodiscono un ripieno preparato con ingredienti di terra o di mare. In questa versione i protagonisti sono i polpi, che ci riportano con il pensiero alle vacanze estive, al mare, al sole e alla bella stagione.

Anche la Semola di grano duro proviene dalla splendida Sicilia. Coltivata con metodo biologico dopo un'accurata selezione delle migliori varietà autoctone per apporto proteico e basso contenuto di glutine. Puoi usare questa semola per la preparazione di pasta, pane, pizza, focacce e persino gnocchi.