Menu
Altromercato - Notizie - Press room

Prima Conferenza dei Partner Altromercato

Presentate oggi le strategie di Altromercato per lo sviluppo di partnership nazionali e internazionali con l’obiettivo di aprire nuove strade per la cooperazione e creare insieme #unaltrovivere.

Verona, 31 marzo 2017 - Si è svolta questa mattina a Verona la prima Conferenza dei Partner di Altromercato, la maggiore organizzazione di Commercio Equo e Solidale attiva in Italia, seconda a livello mondiale. www.altromercato.it

Per Altromercato è stata questa l’occasione per presentare le proprie strategie per lo sviluppo delle partnership internazionali e nazionali verso l’apertura di nuove strade per la cooperazione.

Da quasi trent’anni siamo impegnati quotidianamente per costruire una solida rete con tante organizzazioni di produttori in tutto il mondo e da sempre collaboriamo con altre realtà nel nostro Paese sulla base di una profonda condivisione di valori – ha commentato Cristiano Calvi, Presidente di Altromercato. – In questa direzione vogliamo proseguire, cercando una sempre più stretta collaborazione con altre Organizzazioni Non Governative, Università e Fondazioni, nella piena convinzione che solo lavorando insieme, a tutti i livelli, possiamo davvero costruire un altro vivere, un mondo diverso, più giusto, sostenibile, attento all’ambiente, ai diritti, al lavoro e alla solidarietà sociale, in cui l’economia sia un mezzo e non un fine”. 

“Altromercato vuole offrire ai propri partner la sua unicità, di essere un legame concreto tra le attività di collaborazione con i produttori e il mercato. Abbiamo negli anni costruito delle relazioni commerciali e delle expertise di distribuzione che vogliamo condividere – ha spiegato Andrea Monti, Direttore Generale di Altromercato – a favore di progetti di cooperazione allo sviluppo che abbiano significative componenti di commercializzazione, innovazione e imprenditoria, impatto sociale”.

Dal 2000 a oggi, grazie al contributo di donatori/sostenitori esterni, Altromercato ha indirizzato oltre 10 milioni di euro per il finanziamento 141 progetti di assistenza tecnica, formazione e sviluppo delle filiere con i partner produttori in 37 Paesi. Per i prossimi 5 anni, Altromercato si pone l’obiettivo di realizzare insieme ai propri partner oltre 30 nuovi progetti di cooperazione.

Avvio di partnership con Facoltà universitarie per l’avvio di tesi e missioni in loco di studenti, tirocinanti e ricercatori; ricerca di fondi e risorse economiche per la mappatura delle filiere produttive e interventi strutturali e organizzativi; reperimento di risorse umane che possano fornire assistenza tecnica, consulenza e formazione: sono le principali modalità di collaborazione con cui si possono concretizzare le collaborazioni.

Accanto ad aziende nazionali e transanazionali, Altromercato può inoltre mettere a disposizione la propria esperienza commerciale per la realizzazione di programmi di responsabilità sociale d’impresa, con l’obiettivo di promuovere il miglioramento economico, sociale e ambientale di tante comunità locali.

Importanti alleanze si sviluppano infine nell’ambito della campagna sociale “Insieme creiamo #unaltrovivere”, lanciata da Altromercato per affrontare i temi più urgenti e importanti che caratterizzano l’agenda internazionale: popolazioni in movimento, ambiente e cambiamenti climatici, innovazione sociale e solidale, sostegno a filiere agroalimentari eque e giuste, diritti umani, lavoro, coesione sociale e solidarietà civile, un’economia che rispetti le persone.

Sono oggi circa 150 le organizzazioni di produttori distribuite in 45 paesi, nel Sud e nel Nord del Mondo - principalmente in Asia e America Latina, ma anche in Africa, Balcani e Italia – con cui Altromercato ha rapporti commerciali diretti, improntati a continuità delle relazioni, prezzo equo e pagamento anticipato, trasparenza e tracciabilità delle filiere, rispetto delle condizioni di lavoro, dei diritti delle persone e dell’ambiente. Prefinanziamento, assistenza tecnica e formazione imprenditoriale sono poi ulteriori strumenti che favoriscono l’accesso al mercato per contadini e artigiani più svantaggiati. Sono questi i princìpi fondamentali del Commercio Equo e Solidale, che Altromercato applica da quasi 30 anni, dimostrando che un modello di economia alternativa e sostenibile è davvero possibile.

Dall’agroalimentare alla moda, dall’artigianato alla cosmesi naturale, nel Sud del Mondo ma anche nel nostro Paese, attraverso il progetto Solidale Italiano, Altromercato è attivo in tante filiere produttive, seguendo tutti i passaggi, dalla materia prima fino al consumatore finale, che può trovare i prodotti nelle 260 Botteghe Altromercato su tutto il territorio nazionale.