Menu
Altromercato

3 scelte consapevoli per la salvaguardia degli oceani

foto1_
L'inquinamento degli oceani dovrebbe riguardare tutti noi, ma spesso non sembra sia così.

Quasi non facciamo più caso al degrado che popola fiumi, spiagge e coste, forse perché siamo ormai talmente abituati a vedere certe immagini che ai nostri occhi appaiono indifferenti o forse perché non sentiamo davvero nostra questa urgenza.

In realtà, sia in superficie che in profondità, i nostri mari stanno soffrendo per ciò che l’essere umano fa quotidianamente. 

Gli oceani sono sommersi da un mare di rifiuti che sta mettendo in pericolo interi ecosistemi marini. 

Ognuno di noi, però, può fare qualcosa nelle sue scelte quotidiane per invertire la rotta e contribuire alla salvaguardia degli oceani. 

Qui vogliamo darti tre consigli per iniziare a proteggerli ogni giorno.

Scegli la tua alimentazione in maniera più consapevole

foto2_
Le pratiche di pesca, non sempre legali, si stanno rivelando sempre più insostenibili. 

Puoi dare il tuo contributo alla salvaguardia degli oceani verificandone l’origine e informandoti sui metodi di pesca e allevamento usati per il pesce che acquisti.

Il rispetto dei mari, però, comincia anche dal rispetto della terra.

L’agricoltura infatti ha un enorme impatto sulle risorse idriche del pianeta: è spesso responsabile per il riversamento di grandi quantità di prodotti agro-chimici, materiale organico, sedimenti e elementi salini nelle riserve d'acqua del pianeta.

Quello che puoi fare è scegliere prodotti coltivati in modo sostenibile, senza uso di pesticidi e provenienti da filiere che mettano al primo posto il benessere delle persone che vivono quelle terre e della biodiversità locale.

Una mobilità salutare per te è salutare anche per il mare

foto3_

È vero, le foreste sono il polmone verde del pianeta. Ma forse non sai che l’altro polmone sono proprio gli oceani: forniscono il 50% dell’ossigeno sulla Terra, ne regolano il clima e rappresentano un patrimonio naturale essenziale per l’umanità. 

Un primo passo per far respirare il nostro polmone blu è quello di scegliere una mobilità dolce. Gli oceani, infatti, assorbono il 25% delle emissioni di anidride carbonica. L’eccesso di anidride carbonica sta portando all’acidificazione dei mari e al conseguente rischio di estinzione per numerose specie viventi acquatiche.

Detto che l’abbattimento significativo dei livelli di anidride carbonica si può raggiungere sostenendo grandi politiche di riforestazione e una migliore gestione dei suoli, anche tu puoi migliorare le cose decidendo di scegliere, quando possibile, di spostarti a piedi, in biciletta o usando i mezzi pubblici per diminuire il tuo impatto ambientale

Microplastiche, grandi problemi: fai attenzione alle tue scelte di benessere

foto4_
Si stima che ogni anno finiscano in mare circa otto milioni di tonnellate di plastica, come un camion carico ogni minuto. Fino a 8.600 tonnellate sono le microplastiche derivate dall’uso dei cosmetici riversate nei mari europei, pari a 24 tonnellate al giorno. Particelle inferiori ai 5 millimetri che attraverso il consueto risciacquo scorrono via con l’acqua del lavandino. 

Le microplastiche hanno un enorme impatto sulla vita marina e, di conseguenza, anche sulla nostra vita: vengono infatti assorbite dai pesci e dai crostacei, entrando direttamente nella nostra catena alimentare con potenziali rischi per la nostra salute.

Scegliere cosmetici attenti a questo aspetto diventa quindi fondamentale per contribuire a diminuire la diffusione di microplastiche in mare.

ReUse Me: una linea di cosmetici per la salvaguardia degli oceani

foto5_
ReUse Me di Natyr nasce proprio con l’obiettivo di creare una beauty routine che protegga le persone, gli oceani e la tua pelle. 

Confezionata in eleganti e pratici flaconi di alluminio riciclato, è una linea senza SLES, siliconi, parabeni, donatori di formaldeide e Nichel tested, priva di microplastiche e con basi detergenti naturali come lo sciroppo di zucchero di canna e le noci di sapone, perciò altamente biodegradabili. 

Comincia a prenderti cura dei mari con le tue piccole scelte quotidiane.