Menu

Ctm Agrofair

La nascita di Ctm Agrofair è il risultato di un percorso  avviato nel 2000 da Altromercato attraverso la  campagna “Banane Scatenate. Pochi prodotti concentrano in sé il valore emblematico dello sfruttamento e dell’iniquità economica come la banane: dalla produzione intensiva, all’utilizzo di antiparassitari dannosi per l’ambiente e la salute di produttori e consumatori; dalle precarie condizioni di lavoro all’iniquità delle remunerazioni rispetto ai margini di guadagno delle multinazionali.

agrofair-banane

Ad inizio millennio il  mercato mondiale delle banane era dominato da cinque multinazionali, il cui enorme potere economico arrivava a controllare persino i governi nei paesi produttori. Del resto, per ogni banana venduta solo il 12% del prezzo finale al consumatore resta nel paese produttore, mentre il grosso del valore aggiunto viene trasferito nei mercati di destinazione. I produttori in particolare ricevono mediamente il 5-10% del valore finale, mentre ai braccianti agricoli resta un magro 1-2%.

La campagna, sostenuta dalla rete delle “Botteghe del Mondo” associate a Ctm Altromercato, vide coinvolte 200 piazze italiane  proponendo ai cittadini la sottoscrizione di un appello da inviare alle principali catene di distribuzione per richiedere l’introduzione nel proprio assortimento di banane provenienti dal circuito del commercio equo e solidale. L’adesione fu enorme, e di lì a poco le prime “banane Altromercato” fecero la loro comparsa sugli scaffali dei supermercati italiani.

COME È NATA CTM AGROFAIR E PERCHÉ?

Heini Grandi, fondatore di Altromercato ed attuale direttore di Ctm Agrofair descrive così gli albori del progetto banane:

La nascita di Ctm Agrofair è il risultato di un percorso iniziato nel 2000. Ci eravamo resi conto fin da allora che da soli – in quanto Ctm Altromercato – era quasi impossibile importare banane; per la complessità del mercato dei prodotti freschi, di cui non avevamo esperienza; per la questione delle licenze; per le difficoltà logistiche (trasporto con navi). Cercavamo un partner, e sapevamo che Agrofair era interessata al mercato italiano. Abbiamo dunque deciso di iniziare insieme questa sfida.

È proprio per gestire  la complessità del mercato del fresco che, nel 2004, Altromercato e Agrofair Europe, importatore di banane equosolidali con sede a Barendrecht, in Olanda, fondano Ctm Agrofair, ciascuno con una quota del 50%.

Al giorno d’oggi Agrofair Europe è il maggior importatore europeo di frutta fresca equo-solidale. Nata nel 1996 con l’obiettivo di creare una filiera integrata dal produttore al consumatore, Agrofair Europe ha una caratteristica unica: è posseduta per una metà dalle organizzazioni di coltivatori del Sud del Mondo e per l’altra metà da importatori equo-solidali europei, organizzazioni non governative e fondi di investimento etici. Agrofair Europe acquista direttamente dai propri produttori, garantisce prezzi equi e volumi costanti per tutto l’anno, si occupa delle operazioni di assistenza tecnica ai produttori, sviluppo e controllo qualità, nonché della logistica di importazione.

Oltre alla filiera di approvvigionamento delle banane, Agrofair Europe ha sviluppato le filiere equo-solidali dell’ananas, del cocco e della patata dolce. Dal canto suo Ctm Agrofair - grazie all'esperienza acquisita in questi anni - ha recentemente sviluppato proprie filiere dirette, in nicchie di mercato ancora non scoperte da Agrofair Europe: dall'ortofrutta italiana (progetto Solidale Italiano) alla baby banana, passando per la linea esotica formata da mango, avocado, zenzero e curcuma. E molto altro ancora è in arrivo nel prossimo futuro!

agrofair-fresco-banner