Menu

Arrosto di quinoa e carciofi con salsa masala

arrosto di quinoa

Arrosto di quinoa e carciofi con salsa masala

Categoria: Secondi
Occasione: Per i più piccoli, Picnic, Pasqua
Bevande abbinate: un bianco secco ed aromatico come un pinot grigio friulano
Difficoltà: 40
Tempo di cottura: 45 minuti/ 1 ora
Tempo di preparazione: 1 ora
Stagione: Primavera
Autore: Betulla

Ingredienti:

Dosi per: 2

Quinoa real

200g

Yogurt greco colato

200g

Carota bio

160g

Carne macinata (opzionale)

120g

Formaggio Asiago

100g

Parmigiano grattuggiato

80g

Brodo vegetale

40ml

Carciofi freschi

4

Uova fresche bio

4

Limone bio

1

Miele di Atamisqui

1 cucchiaio

Olio d'oliva

q.b.

Sale marino fino

q.b.

Prezzemolo

q.b.

UN SECONDO SAPORITO E FESTOSO, DA PORTARE IN VERSIONE VEGGIE O CON CARNE. E SE NE AVANZA QUALCHE FETTA LA SI PUÒ BENISSIMO METTERE NEL CESTO DEL PIC-NIC PER LA CLASSICA GITA FUORIPORTA DI PASQUETTA.

Fasi e preparazione:

Sciacqua bene i grani di quinoa in acqua fredda (fino a che l’acqua nel contenitore non è limpida). Falla cuocere in acqua bollente leggermente salata (cuoce in 12 minuti circa, comunque fino a che i grani non si aprono formando un cerchietto chiaro). Scolala bene con un colino e mixala in un robot da cucina (si formerà una pasta densa e abbastanza collosa).

Pulisci bene i carciofi e tagliali in quattro parti mettendoli via via in acqua acidulata con succo di limone per evitare che scuriscano. Pela anche la carota. Poni la verdura nella vaporiera per circa 15/20 minuti (se non la possiedi scottala in acqua che bolle fino a che infilzandola con una forchetta risulterà tenera). Metti i carciofi nel robot da cucina con una decina di foglie di prezzemolo lavate e asciugate. Su un tagliere taglia la carota in mirepoix, e taglia anche il formaggio tipo Asiago in dadini della stessa dimensione.

Per l’arrosto con carne cuoci in un padellino antiaderente la macinata di vitello. Non è necessario fare soffritti, basta cuocerla in un mestolino di brodo vegetale e portarla a cottura rosolandola alla fine con un filo d’olio.

In una terrina capiente unisci la quinoa e i carciofi mixati, aggiungi i dadini di carota e quelli di formaggio. Con una forchetta mescola energicamente per amalgamare bene gli ingredienti, infine unisci le uova e il formaggio grattugiato.

Dividi l’impasto: versarne metà in un’altra terrina a cui aggiungerai la macinata di vitello cotta e ben sgranata con una forchetta. Aggiusta entrambi i composti di sale secondo i gusti.

Accendi il forno e portarlo a circa 180° (ventilato).

Stendi un foglio di carta alluminio di circa 50 cm. Versa il composto vegetale, dandogli una forma rotonda simile appunto ad un arrosto. Sigilla con cura la parte superiore della carta alluminio ripiegandola, poi stringi i lati dell’arrosto come i due fiocchi di una caramella (se in questa fase si rompe la carta non disperate e avvolgete il tutto in un secondo foglio senza ricominciare da capo). Ripeti l’operazione con in composto vegetariano. Disponi le due caramelle giganti in una teglia o sulla placca da forno e cuocere a 180° per circa 1 ora.

Nel frattempo prepara la salsa di accompagnamento: versa lo yogurt colato in una ciotolina, aggiungi qualche goccia di limone, mescola bene, infine unisci il sale secondo i gusti e una punta di Masala Indiano per verdure. Mescola per fare insaporire bene.

Quando gli arrosti saranno cotti aspetta almeno una mezz’oretta prima di aprire delicatamente le caramelle di carta alluminio (il rischio è che gli arrosti si spacchino a metà: l’ideale sarebbe farli addirittura il giorno precedente e farli riposare una notte in frigorifero).

Fai attenzione ad eventuali fuoriuscite di vapore caldo dalla carta alluminio.

Metti gli arrosti su un tagliere e affettali delicatamente (fette spesse circa 1,5/2 cm).

Scalda un filo di olio in una padella antiaderente e rosola le fette di arrosto prima di servirle calde, accompagnate dalla salsa allo yogurt e Masala.

Volendo puoi rosolare l’intero arrosto, in questo caso però è necessario che abbia passato la notte in frigorifero perché sia solido e compatto.

Se vuoi dare al tuo pranzo un aspetto un po’ più chic impiatta le fette di arrosto nei singoli piatti e decora con un ciuffetto di salsa allo yogurt, qualche foglia di prezzemolo ed un gheriglio di noce.

Il Circolo del Cibo presenta Betulla

Questa semplice e golosa ricetta è stata creata per IlCircolodelCibo dalla sensibilissima food blogger Betulla, che così commenta il piatto:

Se è vero il detto “Natale con i tuoi, Pasqua con chi vuoi”, magari quel “chi vuoi” sono gli amici. E gli amici è sempre bello accontentarli tutti. Così ho pensato ad un secondo da portare in tavola in due versioni, vegetariano e con carne, senza contare che si tratta di un piatto gluten-free. La versatilità di questo finto-arrosto poi fa in modo che se ne avanza qualche fetta la si può benissimo mettere nel cesto del pic-nic per la gita fuori porta del giorno di pasquetta. Insomma un piatto allegro, che sa di primavera e di chi ha voglia di condividere un pasto con tutti, ma proprio tutti, perché piace tantissimo anche ai bambini e chi lo cucina può prepararlo il giorno prima in modo da potersi dedicare tranquillamente agli ospiti.