Menu

Cous Cous dolce con mela speziata e noci

cous_cous_dolce_eatsmartforyou

Cous Cous dolce con mela speziata e noci

Categoria: Dessert
Occasione: Per i più piccoli, Quando vuoi
Bevande abbinate: Tè verde Darjeeling green needle lattina in foglie Bio
Difficoltà: 20
Tempo di cottura: circa 15 minuti
Tempo di preparazione: 30 minuti circa
Stagione: Autunno, Inverno, Primavera, Estate
Autore: Fair Food Blogger Eatsmartforyou

Ingredienti:

Dosi per: una persona

Cous cous integrale Altromercato

50 gr.

Mela verde

1

Miscela di spezie per dolci Altromercato

1 cucchiaio

Latte di soya

100 ml

Acqua

125 gr.

Crema di noci

10 gr.

Cannella Altromercato

q.b.

FIBRE, VITAMINE E MINERALI PER INIZIARE AL MEGLIO LA GIORNATA CON TANTO SAPORE E TANTA ENERGIA.

Fasi e preparazione:

  1. In un padellino metti la mela precedentemente lavata e tagliata a piccoli cubetti insieme a dell’acqua e 1 cucchiaio di mix di spezie per dolci.
  2. Accendi la fiamma e fai cuocere finché l’acqua non si è completamente assorbita e la mela ammorbidita.
  3. Unisci ora circa 125 gr. di acqua, porta ad ebollizione, spegni il fuoco, versa il cous cous all’interno del padellino, mescola il tutto in modo che il grano si amalgami bene con la mela e copri con un coperchio per circa 10 minuti.
  4. Una volta che il vostro Cous Cous ha assorbito tutta l’acqua, unisci 100 ml di latte di Soya e a fiamma bassa cuoci per un altro minuto sempre continuando a mescolare.
  5. Pronto il vostro dolce cous cous, trasporta il tutto all’interno di una ciotolina, aggiungi una spolverata di cannella e del favoloso topping di crema di noci.

Il CircolodelCibo segnala:
Anche oggi iniziamo la giornata con una colazione speciale suggerita dalla Fair Food Blogger Eatsmartoforyou. Una colazione diversa dal solito realizzata con ingredienti speciali e davvero buoni.

Il cous cous di frumento integrale, detto Matfoul, è un prodotto unico perchè realizzato artigianalmente: il frumento spezzettato boulgour viene rotolato nella farina di grano tenero e impastato con acqua e sale, fino a diventare granuloso e poi essiccato al sole per 2/3 giorni. È ancora più speciale perchè proviene dal produttore PARC in Palestina dove il grano viene acquistato dalle cooperative di donne a Jenin (Aaqqaba cooperative, Tubass cooperative e Al Yamooun cooperative), e viene lavorato dalle donne della cooperativa Al Mahtas nel campo profughi di Gerico. Sono donne che vivevano in zone ora occupate da Israele. Per una donna avere un lavoro significa non solo possedere una fonte di reddito, spesso l’unica fonte per la famiglia, bensì significa anche ottenere un riconoscimento sociale nella comunità. Inizialmente la produzione di cous cous avveniva a Gaza ed erano coinvolte circa 200 famiglie. Dopo la chiusura delle frontiere nel 2007 e il conseguente isolamento di Gaza, PARC si è trovata costretta a spostare la produzione a Gerico in Cisgiordania.