Menu

Muffins vegani alla banana, cioccolato e nocciole

muffins vegani banana

Muffins vegani alla banana, cioccolato e nocciole

Categoria: Dessert
Occasione: Per i più piccoli, Quando vuoi
Bevande abbinate: Frio Tè
Difficoltà: 20
Tempo di cottura: 20 minuti
Tempo di preparazione: 10 minuti
Stagione: Autunno, Inverno
Autore: Fair Food Blogger Pensieri e Pasticci

Ingredienti:

Dosi per: 4

Farina bianca macinata a pietra

150g

Zucchero di canna Dulcita Altromercato

60g

Olio di semi di girasole

50ml

Mascao Cioccolato fondente extra 70% Bio Altromercato

30g

Acqua

3 cucchiai

Banane mature Altromercato

2 intere

Farina integrale biologica

2 cucchiai

Granella di nocciole

1 cucchiaio

Lievito Bio per dolci

1 cucchiaino

STREPITOSI MUFFINS MORBIDI E CROCCANTINI AL CONTEMPO, GOLOSI E LEGGERI!

Fasi e preparazione:

  1. Per prima cosa scalda il forno a 180°.
  2. In una ciotola schiaccia la polpa delle banane mature, aggiungi lo zucchero, l'acqua, l'olio ed amalgama, in modo da ottenere una morbida crema densa.
  3. A questa crema unisci le due farine setacciate col lievito, la granella di nocciole e il cioccolato grattugiato con una grattugia a fori grossi; mescola ben bene il tutto ottenendo un composto bello denso.
  4. Prendi dei pirottini in silicone (in questo caso ne sono venuti sei grossi), foderali con altri pirottini in carta e versa l'impasto distribuendolo per circa tre quarti della loro capienza, spolverizzando in superficie ancora un pochino di granella di nocciole.
  5. Inforna per una ventina di minuti, punzecchiando con uno stuzzicadenti i muffins per verificarne l'avvenuta cottura (se esce pulito son cotti!)
  6. Spegni, estrai i dolci dal forno e prima di gustarli falli raffreddare su una gratella.

Il CircolodelCibo segnala:
Questa golosa ricetta della Fair Food Blogger Pensieri Pasticci è dedicata ad un frutto molto amato soprattutto dai bambini, la banana,  addolcita ancor di più dal cioccolato fondente e dallo zucchero Dulcita.
Proprio al Dulcita, zucchero integrale di canna BIO, vogliamo dedicare queste poche righe, ricordando quanto questo ingrediente siaricco di sali minerali, in concentrazione ben più alta dello zucchero raffinato e in particolare di ferro.
La filiera del Dulcita viene interamente gestita in Ecuador dai coltivatori di Copropap e Palo Quemado, cooperative che riuniscono piccoli produttori delle province di Pichincha e Cotopaxi, che raccolgono e lavorano le canne da zucchero manualmente ed infine lo confezionano. È esportato tramite MCCH. È certificato da agricoltura biologica da IMC.
Il prezzo FOB riconosciuto al produttore è ben del 30% del prezzo al pubblico, iva esclusa.