Menu

Zuppa di cicerchie e farro al caffè

zuppa di cicerchie farro e caffè

Zuppa di cicerchie e farro al caffè

Categoria: Primi
Occasione: Quando vuoi
Bevande abbinate:
Difficoltà: 20
Tempo di cottura: 1 ora
Tempo di preparazione: 1 ora + ammollo
Stagione: Autunno, Inverno, Primavera
Autore: Silvia Bellano di PasticciPataPata

Ingredienti:

Dosi per: 4

Cicerchie

100g

Farro

100g

Carota

80g

Cipolla

40g

Alloro

1 foglia

Olio d'oliva

4 cucchiai

Rosmarino

1 rametto

Aglio

2 spicchi

Caffè Messico

1 cucchiaino

Timo

q.b.

IL PASTOSO ANTICO LEGUME DEL SUD ITALIA CERCA IL MATRIMONIO CON IL CAFFÈ DEL MESSICO. I SAPORI ESALTANO PIACERE E CONOSCENZE. INCONTRI MAGICI A TAVOLA.

Fasi e preparazione:

Lascia le cicerchie in ammollo dalle 12 alle 24 ore (se ce l’hai, con un pezzo di alga kombu). Più lungo è l'ammollo, minore sarà il tempo di cottura.

Il giorno seguente, scola e sciacqua bene le cicerchie, riempi una pentola con tanta acqua quanto è il volume dei legumi moltiplicato per 3 volte e porta a bollore con le cicerchie e una foglia d'alloro.

Cuoci per almeno 15-20 minuti (anche di più se l'ammollo è stato breve), poi aggiungi le verdure tritate e gli odori, senza salare.

Prepara due tazzine di caffè ristretto.

Nel frattempo sciacqua il farro e aggiungilo alla zuppa, tenendo d'occhio il livello dell'acqua, che non sia troppo liquida né troppo asciutta. 10 minuti prima di spegnere il fuoco, versa il caffè e aggiusta di sale.

Rimuovi gli odori, spegni il fuoco e condisci con la polvere di caffè e 2 cucchiai di olio extravergine d'oliva.

Servi la zuppa caldissima.

Il gusto sarà ancora migliore se preparata in anticipo, magari la mattina e riscaldata la sera. In questo caso, spegni il fuoco molto in anticipo e allunga con 1 o 2 mestoli di brodo o acqua calda, quando cereali e legumi sono ancora al dente, perché in acqua calda continuano a cuocere anche a fuoco spento.

Il Circolo del Cibo segnala

Questa ricetta è stata creata da  Silvia Bellano, creativa food blogger che collabora con IlCircolodelCibo.

Silvia ci racconta ricette e storie nel suo bel blog PasticciPataPata