Menu
Altromercato - Notizie - Mangia e Bevi

L'impatto del Covid-19 sui produttori Altromercato

Un dossier che racconta la forza del Commercio Equo e Solidale e dei suoi valori

Resilienza, solidarietà, appartenenza.

Sono questi i valori che emergono dal dossier che abbiamo realizzato per raccontare l’impatto della
pandemia di Covid-19 sui nostri partner produttori in tutto il mondo. Attraverso le loro testimonianze
dirette, raccolte grazie a un questionario inviato alle organizzazioni, abbiamo fotografato la situazione a
partire da marzo fino a giugno 2020, per capire quali conseguenze hanno vissuto e quali riflessioni e
speranze hanno animato le azioni dei produttori con cui lavoriamo.

Soppexcca

Questo dossier, il primo su Covid-19 ed economia solidale che coinvolge in modo diretto e organico i produttori, è un racconto di difficoltà economiche, sociali e psicologiche, ma è anche, e soprattutto, un racconto di speranza e di solidarietà.
Dalle riflessioni delle organizzazioni emerge il profondo valore che viene dato all’essere parte, specialmente in questo momento critico, di un circuito di Commercio Equo e Solidale. Questa appartenenza non ha significato soltanto ricevere aiuti oppure vedere confermati gli ordini da parte degli acquirenti nel Nord del mondo. In molti casi le organizzazioni sono riuscite a prestare aiuto concreto ai propri soci e ai lavoratori, persino alle comunità vicine. Insomma, grazie a questo modello, tra i produttori in tutto il mondo la solidarietà si è moltiplicata e nessuno di loro si è trovato da solo nel far fronte all’emergenza, potendo contare su un sistema che non lascia mai indietro nessuno.

INTERCRAFTS-PERÙ

Noi stessi, come organizzazione di Commercio Equo, in questi mesi abbiamo continuato a dare sostegno ai nostri partner, impegnandoci per fare in modo che tutti potessero proseguire nel loro lavoro, sostenendo i progetti iniziati prima della pandemia e mantenendo gli ordini attivi.
“La mission di Altromercato è sostenere i produttori più deboli nell’accesso al mercato, per garantire loro condizioni di vita dignitose e migliorative rispetto al commercio tradizionale. In un momento in cui i nostri partner produttori si trovano di fronte a nuove difficoltà dovute all’impatto del Covid-19, il valore del nostro agire si fa ancora più forte proprio perché si fonda su una relazione continuativa e solidale lungo tutta la filiera produttiva”, afferma Alessandro Franceschini, Presidente di Altromercato, commentando i risultati emersi.

Il filo rosso che collega ogni aspetto presentato all’interno del dossier è quindi la solidarietà, il più potente fra i temi emersi nelle riflessioni dei produttori sul futuro che li attende, accanto a una rinnovata attenzione alla sostenibilità ambientale e sociale. Com’è facile immaginare, tra i temi che dominano il futuro vi è anche una certa incertezza per ciò che potrà accadere, che provoca preoccupazione e smarrimento. Nonostante questa incertezza, tuttavia, resta forte il pragmatismo nel riflettere sul proprio futuro lavorativo, parte di quella “resilienza” tipica dei produttori del Commercio Equo e Solidale che hanno sempre dovuto adattarsi ai cambiamenti.

PROKRITEE,-BANGLADESH-

“Le parole resilienza, solidarietà e sostenibilità si fanno concrete perché legate al vissuto quotidiano dei nostri produttori in questi mesi e sono indissolubilmente legate a quanto stanno vivendo in Italia migliaia di volontari, lavoratori e attivisti del sistema Altromercato”, continua Alessandro Franceschini. “Crediamo fermamente che questa rete di relazioni sia l’unica chiave per moltiplicare le buone pratiche di resistenza alla pandemia e per riuscire ad affrontare insieme la difficoltà con cui questo ci sfida”.
Nonostante la drammaticità del momento che il mondo intero ha vissuto e sta vivendo, il risultato del questionario è un’importante conferma di come il modello del Commercio equo e Solidale sia in grado di sostenere chi ne fa parte anche nei momenti di grande difficoltà.

Questa conferma rafforza la volontà di proseguire nel divulgarlo per far sì che possa diventare il modello per costruire un futuro migliore per tutti, per le persone e per il pianeta.

Leggi il dossier