Menu

Produttori di caffè

I NOSTRI PRODUTTORI DI CAFFÈ

AMERICA LATINA

 MESSICO

UCIRI - Unión de las Comunidades Indigenas de la Región del Istmo

Unidos venceremos ("Uniti vinceremo"): è proprio questo il motto che ha guidato negli anni le 64 comunità indigene che costituiscono UCIRI e producono un eccellente caffè biologico di alta montagna, che ha cambiato la loro vita.

MAJOMUT - Unión de Productores Orgánicos Beneficio Majomut

Situata nelle terre della rivoluzione zapatista e delle etnie originarie messicane, Majomut è una cooperativa creata dai piccoli coltivatori di caffé per sottrarsi allo sfruttamento degli intermediari, chiamati coyotes, e alla corrotta inefficienza delle istituzioni pubbliche che dovrebbero tutelare i piccoli agricoltori.

TZELTAL TZOTZIL

Produzione biologica, sostenibile e cura dell’ambiente: parole chiave per la cooperativa Tzeltal-Tzotzil che dal 1998 ha iniziato la conversione biologica del caffè e oggi produce 100% caffè di qualità arabica certificato bio. I contadini indigeni delle etnie Tzeltal e Tzotzil possono continuare a vivere nelle loro terre nel nord del Chiapas secondo le loro tradizioni e cultura. E con una giusta remunerazione.

Uciri, Messico (Foto di Beatrice De Blasi)
Uciri, Messico (Foto di Beatrice De Blasi)
Viaggio in Messico, 2009 (Foto di Ilaria Favè)
Viaggio in Messico, 2009 (Foto di Ilaria Favè)

NICARAGUA


Dai produttori in Nicaragua (Foto di Ilaria Favè)
Dai produttori in Nicaragua (Foto di Ilaria Favè)

CECOCAFEN - Central de Cooperativas Cafetaleras del Norte

Il primo caffè importato in Italia da Altromercato! Grazie a un grande lavoro a livello comunitario, le cooperative di Cecocafen sono cresciute costantemente e oggi coinvolgono oltre 2.600 famiglie di soci produttori, tra cui molti giovani e donne. Il caffè del Nicaragua, biologico d'altura, è unico e viene apprezzato in tutto il mondo per le fresche note aromatiche.

GUATEMALA

FEDECOCAGUA - Federación de Cooperativas Agrícolas de Productores de Café de Guatemala

Fedecocagua è una grande federazione che riunisce oltre 20.000 piccoli produttori di caffé su un vasto territorio del Guatemala. I campesinos hanno scommesso nel modello cooperativo e oggi sono orgogliosi di aver creato un’impresa ecologica, attenta allo sviluppo sociale e alla sostenibilità. Da 50 anni raccolgono a mano le rosse ciliegie di caffè per una qualità arabica eccellente e biologica.

CHAJUL - Asociación Chajulense Va’l Vaq Quyol 

L'Asociación Chajulense Va’l Vaq Quyol ruota attorno ad una serie di attività comunitarie a carattere economico e sociale tese al miglioramento delle condizioni di vita della locale popolazione maya-ixil. In lingua maya- ixil Chajul significa "unione".

(Foto da Archivio Altromercato)
(Foto da Archivio Altromercato)

REPUBBLICA
DOMINICANA

(Foto da Archivio Altromercato)
(Foto da Archivio Altromercato)

FEDECARES - Federación de Caficultores de la Región Sur

Fedecares nasce in Repubblica Domenicana nel periodo successivo al ritorno della democrazia dopo 30 anni di dittatura e dopo altri 12 anni di “transizione”, durante i quali molte libertà rimasero fortemente limitate, grazie all’organizzazione dei movimenti campesini domenicani.

BRASILE

COOPFAM - Cooperativa Dos Agricultores Familiares De Poço Fundo e Região

Da movimento ad organizzazione di famiglie contadine, per produrre caffé e conservare il territorio. La storia di COOPFAM inizia nel 1985, quando i coltivatori di caffé su base famigliare si riunirono in un movimento per ottenere migliori condizioni di vita e contrastare l’esodo dalle campagne.

COOPERVITAE - Cooperativa Agropecuária dos Produtores Orgânicos de Nova Resende e Região

Coopervitae è una piccola organizzazione di coltivatori di caffè nel Brasile sud-orientale che crede fortemente nei valori del Commercio Equo e Solidale grazie ai benefici per i piccoli produttori. Fin dai primi tempi della sua esistenza, Coopervitae ha praticato e programmato l'agricoltura biologica.

(Foto da Archivio Majomut)
(Foto da Archivio Majomut)

PERÙ


(Foto da Archivio Altromercato)
(Foto da Archivio Altromercato)

NORANDINO 

Sviluppo sostenibile e riforestazione: due impegni prioritari per la cooperativa Norandino, che riunisce in Perù 7.000 famiglie e da anni è impegnata a migliorare le condizioni di vita dei contadini soci. Grazie all’incremento nelle vendite dell’eccellente caffè biologico di qualità arabica e del cacao biologico i soci di Norandino hanno creato una valida alternativa al mercato di foglie di coca.

AFRICA

ETIOPIA

SIDAMA -Sidama Coffee Farmers Cooperative Union

L’Etiopia è la culla del caffè e le donne celebrano da sempre la Cerimonia del Caffè. Sidama Coffee Farmers Cooperative Union è una realtà cooperativa democratica impegnata nel miglioramento delle condizioni dei piccoli produttori di caffé etiopi. Produce un caffè di eccellente qualità, seguendo la tradizione etiope e promuovendo l'agricoltura biologica.

Produttori di Sidama, Etiopia (Foto di Luca Palagi)
Produttori di Sidama, Etiopia (Foto di Luca Palagi)

TANZANIA

© Griet Hendrickx
© Griet Hendrickx

KCU - Kagera Cooperative Union

KCU, Kagera Cooperative Union, è un'associazione nata nel 1950 che unisce 124 cooperative in tre regioni piuttosto isolate del nord-ovest della Tanzania e coinvolge quasi 60.000 piccoli coltivatori di caffè. Grazie a KCU, i coltivatori hanno visto che il loro caffè ha ricevuto finalmente il prezzo giusto. Sono riusciti a vivere dignitosamente, investendo i piccoli guadagni a favore della comunità: costruendo scuole, centri per la salute, strade e ponti.

UGANDA

ACPCU - Ankole Coffee Producers Cooperative Union

Nella regione di Ankole si coltiva caffè biologico a 1.600 metri, su un terreno vulcanico che garantisce un’ottima qualità e un aroma eccellente. Come ai tempi del leggendario re Ndahupa, i contadini soci di ACPCU curano ogni ciliegia di caffè, che dà loro la possibilità di vivere con dignità e mandare i figli a scuola.

(Foto di GEPA - The Fair Trade Company / A. Welsing)
(Foto di GEPA - The Fair Trade Company / A. Welsing)

INDIA

(Foto di Ilaria Favè)
(Foto di Ilaria Favè)

WSSS -Wayanad

Sviluppo sostenibile, agricoltura biologica, sicurezza alimentare, prevenzione della migrazione verso le città. WSSS Wayanad vuole offrire ai piccoli contadini indiani che coltivano il caffè un’alternativa concreta, che li renda protagonisti del loro futuro.