Menu
Heiveld
resistere
La cooperativa Heiveld è molto impegnata nella conservazione e protezione dell’ambiente, in primis nella lavorazione del rooibos in cui vengono osservati metodi biologici al 100%.
Paese: Sudafrica
Fondazione: 2002
Persone coinvolte: 65 soci
Sito Web

Una terra in cui solo il rooibos sopravvive

“This is not an easy place to survive”: qui non è facile sopravvivvere, dicono gli abitanti del Suid Bokkeveld . Una regione della Northern Cape sudafricana a quattro ore da Città del Capo, una zona semidesertica coperta dal “bush” (cespuglio), un panorama arido dominato dai colori delle rocce e da terra aspra che brucia in estate e in inverno è ghiacciata dal gelo che uccide i germogli. Una terra in cui le condizioni di vita sono sempre state durissime per gli uomini e le donne ma che garantisce il miglior terreno per il rooibos selvatico - una pianta che conoscevano già gli aborigeni Khoi, che è stata riscoperta dagli europei ed è molto apprezzata anche ai giorni nostri. L’infuso di rooibos ha infatti numerose proprietà, è naturalmente privo di caffeina e contiene molte sostanze antiossidanti naturali e minerali, tra cui magnesio, calcio, fosforo, ferro e vitamina C.

Discriminazione, riscatto ed emancipazione

La cooperativa Heiveld nasce su iniziativa di un gruppo di piccoli produttori “coloured” di rooibos nel 2002. Sono passati alcuni anni dalla fine del regime dell’apartheid che discriminava le persone “coloured”, ma il contesto regionale isolato è ancora carente di servizi e infrastrutture. La discriminazione razziale è ufficialmente terminata ma permane quella economica. L’elite bianca che controlla l’accesso al mercato, ha quasi il monopolio del commercio del rooibos e impone prezzi infimi ai produttori del Suid Bokkeveld. Per i piccoli produttori unirsi in cooperativa costituisce un cambiamento radicale. Non solo le entrate aumentano significativamente, ma Heiveld garantisce dignità, democrazia interna, e un solido progetto di imprenditoria sociale. L’assemblea generale dei soci decide che il 30% degli utili sarà usato per sostenere persone che sono state discriminate a causa del proprio sesso o della propria razza. Un’azione concreta per assicurare ai contadini la giustizia sociale.

Ultime notizie e i suoi prodotti

Ultime Notizie
Come riconoscere un cioccolato pregiato

La nostra mini guida al cioccolato pregiato e a tutte le nostre tavolette Mascao. Diventa un choco-sommellier!

Infuso Rooibos in bustine Sud Africa - bio

Biologico

Senza Glutine

Vegano

Infuso Rooibos in bustine Sud Africa - bio

Infuso biologico di foglie tè rosso africano, confezione da 20 bustine.
 
€ 2,70
Té al Rooibos e Lime Tea Break - bio

Té al Rooibos e Lime Tea Break - bio

Il sapore elegante e delicato dell'infuso biologico del "Tè rosso Africano", naturalmente ...
 

Ecologia e sostenibilità

La cooperativa Heiveld è molto impegnata nella conservazione e protezione dell’ambiente, in primis nella lavorazione del prodotto in cui vengono osservati metodi biologici al 100%. Il rooibos selvatico non viene seminato con i tradizionali solchi ma gettando i semi sul campo, in modo che crescano solo le piante più resistenti; le piante non vengono irrigate e non vi è alcun utilizzo di fertilizzanti e sostanze chimiche. La raccolta viene eseguita manualmente e la terra viene lasciata riposare ogni due anni perché né gli uomini né la madre terra vanno sfruttati.  Negli anni la cooperativa ha costruito una fabbrica per la trasformazione del rooibos in proprio e ha ottenuto la certificazione biologica. L’obiettivo dei prossimi anni è di acquistare le macchine per poterlo confezionare e rendersi autonomi anche nell’esportazione del prodotto.
Una terra in cui le condizioni di vita sono sempre state durissime per gli uomini e le donne ma che garantisce il miglior terreno per il rooibos selvatico - una pianta che conoscevano già gli aborigeni Khoi, che è stata riscoperta dagli europei ed è molto apprezzata anche ai giorni nostri. L’infuso di rooibos ha infatti numerose proprietà, è naturalmente privo di caffeina e contiene molte sostanze antiossidanti naturali e minerali, tra cui magnesio, calcio, fosforo, ferro e vitamina C.

Energia pulita per proteggersi dai cambiamenti climatici

Nel 2003 le piogge arrivarono con tre mesi di ritardo; l’estrema siccità fece morire molte piante di rooibos e anche molti animali. I contadini erano in ginocchio. Grazie alla cooperativa Heiveld i contadini iniziarono un lungo percorso per proteggersi dai cambiamenti climatici globali.
Da allora si organizzano corsi per raccogliere e interpretare i dati sui fenomeni atmosferici, e negli anni si sono portate avanti diverse azioni per un migliore utilizzo dell’acqua, per prevenire l’erosione, la desertificazione e i danni causati dai forti venti. Heiveld crede nell’energia rinnovabile e ha finanziato, ad esempio, pannelli solari ai propri soci.

Imprenditori solidali

Fortunatamente il rooibos selvatico è una pianta fortissima: grazie ad una radice molto estesa questo cespuglio riesce a ricrescere anche in seguito a forti siccità ed incendi. Il rooibos è ricresciuto dopo il 2003 e così sono rinati i 65 soci di Heiveld, le loro famiglie e tutta la comunità coloured. Discriminati e segregati per anni da un regime ingiusto, ora sono piccoli imprenditori!