Menu
Isik Tarim
Vogliamo lavorare con amore e rispetto verso tutte le persone e la società
Isik Tarim è un’organizzazione che è cresciuta moltissimo negli anni ed è presente in 90 villaggi in diverse regioni della Turchia. È specializzata in frutta secca e semi oleosi e tutta la produzione è biologica. Forte attenzione viene data alla sostenibilità, al ruolo delle donne e al coinvolgimento di tutto il villaggio rurale.
Paese: Turchia
Fondazione: 1974
Persone coinvolte: oltre 2.000 famiglie di piccoli produttori
Sito Web

Il progetto Happy Village per l'agricoltura biologica

Isik Tarim, organizzazione nata negli anni ’70, è pioniere del biologico in Turchia, nelle regioni sconosciute e lontane da spiagge e luoghi turistici. Partita come una piccola realtà, coinvolgendo un esiguo numero di contadini, è oggi una delle maggiori realtà turche che esportano frutta secca di qualità, oltre a frutta e verdura biologica. Presente in 90 villaggi in diverse regioni della Turchia, riunisce oltre 1.000 contadini certificati in agricoltura biologica e nei mesi della raccolta dà lavoro a molti lavoratori stagionali, tutti assunti con contratti regolari e pagati equamente. I contadini vivono nei cosiddetti “Happy Village”: è qui che troviamo l’agricoltura autentica, su base familiare, in cui tutti i contadini si aiutano vicendevolmente. Isik Tarim non vuole lavorare con i singoli contadini, ma con un intero villaggio, in modo da ottimizzare anche il lavoro dei 4 agronomi che aiutano i contadini sul campo a implementare l'agricoltura biologica per ottenere una produzione di ottima qualità.

La formazione viene garantita a tutti

Le donne sono la maggioranza delle lavoratrici di Isik Tarim e il 60% dei ruoli decisionali sono coperti da donne. L’organizzazione si è sempre impegnata molto nella formazione dei lavoratori, sia su aspetti tecnici che più generali. Credendo fosse importante dare valore al modello agricolo familiare  e renderlo sostenibile, si è deciso di investire in particolare sulle donne. Ci sono, infatti, dei corsi specifici rivolti alle donne che riguardano il primo soccorso, il percorso genitoriale, l’assistenza alla nascita, l’alimentazione e per le lavoratrici nell’impianto di trasformazione ci sono corsi in pianificazione delle nascite. Sono, invece, aperti a tutti i corsi per migliorare e controllare la qualità, e conoscere sempre più nei dettagli le pratiche dell’agricoltura biologica, la preparazione del compostaggio e la prevenzione delle aflatossine. Grazie anche ad alcuni contributi europei 1.075 contadini hanno partecipato al "Farmer Training Program" con una media di 7 ore di formazione a persona. Per raggiungere tutti i contadini nei vari villaggi gli agronomi hanno percorso 58.000 chilometri.

Ultime notizie e i suoi prodotti

Ultime Notizie
Giornata mondiale del Commercio Equo e Solidale 2020

Vogliamo celebrare la Giornata Mondiale del Commercio Equo e Solidale 2020, che si terrà il prossimo 9 maggio

Dragees di uvetta ricoperti al cioccolato Ciki

Senza Glutine

Senza olio di palma

Dragees di uvetta ricoperti al cioccolato Ciki

Irresistibili palline di morbida uvetta, ricoperte di cioccolato fondente, al latte e bian ...
 
Uvetta passa essiccata - bio

Biologico

Vegano

Senza conservanti

Uvetta passa essiccata - bio

proviene dai vitigni cullati dal vento del Mar Egeo, in una zona votata da sempre alla vit ...
 
€ 2,70

La gioia della raccolta

L’uvetta passa essiccata Altromercato proviene dalla provincia di Izmir, dai villaggi di Karaoglanli e Akkoy, una zona dal clima caldo che ha una lunghissima tradizione di coltivazione della varietà Sultanas. I contadini producono anche altre varietà di frutta come pesche, ciliegie, prugne, oltre a olive e verdura che vengono venduti al mercato locale. L’uva sultanina dev’essere raccolta quando è matura e il periodo della raccolta è importantissimo per garantire una qualità eccellente. Proprio per questo è tradizione nella provincia di Izmir che i lavoratori stagionali, accompagnati dalle loro famiglie, si trasferiscano nei villaggi e vengano ospitati dai contadini stessi. I lavoratori stagionali sono molto apprezzati e la maggioranza, oltre il 70%, è da più di 10 anni che ritorna per collaborare alla raccolta. Per Isik Tarim i ragazzi possono lavorare dai 16 anni (mentre la legge turca prevede dai 15 anni), e l’organizzazione paga per l’accudimento dei bambini durante la raccolta. Sia i contadini che i lavoratori occasionali ricevono, oltre alla remunerazione, un compenso aggiuntivo per la scuola dei figli e le spese mediche della famiglia. I contadini si riuniscono in gruppi informali e decidono chi è il loro rappresentante che tiene i contatti con i referenti di Isik Tarim.

Il controllo qualità

La prima fase dell'essiccazione ha luogo nei villaggi, dove avviene il primo controllo qualità dei chicci raccolti. L'uva Sultanas viene poi conferita all'impianto di lavorazione di Isik Tarim. Qui avvengono le fasi successive di lavaggio, selezione in base alla grandezza, controlli di qualità con macchinari all'avanguardia e infine un ultimo controllo manuale. Calcio, ferro, potassio e fibre della preziosa uva passa biologica sono mantenuti grazie a un'attenta lavorazione, che unisce la conoscenze tradizionali dei contadini ai metodi moderni dell'HACCP.