Menu
Mitra Bali
una ricca tradizione
Mitra Bali Fair Trade è un'organizzazione che sostiene i piccoli artigiani balinesi promuovendo alternative al turismo di “rapina” che domina l’isola di Bali e tutelando il proprio territorio.
Paese: Indonesia
Fondazione: 1993
Persone coinvolte: 2000 artigiani circa
Sito Web

"I nostri prodotti rappresentano la nostra ricca tradizione"

Mitra Bali Fair Trade è un'organizzazione che sostiene i piccoli artigiani balinesi promuovendo alternative al turismo di “rapina” che domina l’isola di Bali e tutelando il proprio territorio nel rispetto della sostenibilità ambientale e sociale. In Indonesia, e nell'isola di Bali in particolare, l'artigianato tradizionale alimenta un fiorente commercio sostenuto dal turismo. I guadagni di questo commercio finiscono però col beneficiare soprattutto i gli intermediari, lasciando agli artigiani solo le briciole. L'obiettivo di Mitra Bali è quello di liberare gli artigiani dallo sfruttamento, saltando gli speculatori che li separano dalla vendita e investendo nel dare loro formazione e strumenti efficaci per migliorare la produzione e la vendita. Se il commercio tradizionale paga gli artigiani tre mesi dopo la consegna dei prodotti, Mitra Bali anticipa il 50% dell'importo al momento dell'ordine per consentire l'acquisto delle materia prime e salda il pagamento alla consegna.

Un tatuaggio, una canzone e tanto impegno per il Fair Trade

Il fondatore e attuale direttore di Mitra Bali, Agung Alit, ha fatto del Commercio Equo e Solidale una missione di vita. Non in senso tradizionale! Agung Alit e Mitra Bali oltre a mettere in pratica i 10 criteri di WFTO, svolgono tantissime iniziative a livello locale per far conoscere il Fair Trade a Bali. Agung Alit è inoltre presidente dell’organizzazione di Commercio Equo e Solidale indonesiana (FFTI), è attivo in WFTO-Asia e partecipa agli incontri di WFTO, organizzazione di Commercio Equo e Solidale a livello mondiale. Mosso da una grande motivazione e vitalità, per testimoniare che il Fair Trade è una cosa seria Agung Alit si è tatuato sul braccio il logo di WFTO e ha composto la canzone “Viva Fair Trade”, che canta solo quando tutti sono in silenzio. Nei villaggi lontani dai centri turistici, la povertà rurale è una realtà che costringe i contadini a vendere le terre. E' qui che Mitra Bali ha voluto creare ilVillaggio Equo e Solidale, un esempio concreto di un commercio diverso e rispettoso. il Villaggio è sia un punto d'incontro, luogo di formazione e scambio per gli artigiani, che un'attrazione per studenti e turisti che vogliono conoscere un commercio basato su relazioni paritarie.

Il prezioso artigianato autentico di Bali

Il settore artigianale a Bali è formato prevalentemente da attività di laboratori famigliari che lavorano su commissione. A seconda della moda europea si trovano artigiani che fanno statuette di Winnie the Pooh o Bob Marley per rispondere alle richieste dei consumatori-turisti. Gli artigiani di Mitra Bali, invece, creano oggetti decorativi originali in legno, bambù, cocco, ceramica e metallo. Grande attenzione viene posta allo sviluppo di nuovi prodotti, al design e all’alta qualità. Quando arriva un ordine Mitra Bali privilegia i produttori più poveri, che vengono messi in contatto con quelli più esperti. Mitra Bali ha sempre curato molto la formazione per gli artigiani; ogni tre mesi viene organizzato un seminario sui trend del mercato e ogni mese c’è un incontro di tutti gli artigiani su temi commerciali, tecnici, sociali e politici (prevenzione dell’Aids, condizione delle donne). Gli artigiani hanno a disposizione anche un centro di design gratuito dove possono consultare libri e riviste e incontrare stilisti. Fondamentali sono i momenti di aggregazione che spesso sfociano in balli e feste. I lavoratori di Mitra Bali pranzano assieme e il venerdì fanno ginnastica per rinforzare il corpo!

La mucca itinerante che aiuta gli artigiani

Tra i numerosi programmi che Mitra Bali offre agli artigiani e alle loro famiglie, due riscuotono un particolare successo: il credito e "la mucca itinerante".  Gli artigiani possono chiedere all'organizzazione un prestito senza interessi per rinnovare il laboratorio, acquistare materiali o per esigenze personali come funerali, che hanno un ruolo fondamentale nella cultura balinese. Inoltre, le famiglie possono "noleggiare" gratuitamente le venti mucche di Mitra Bali che forniscono concime gratuito. Quando la mucca avrà un vitellino, questa viene restituita.

Ultime notizie e i suoi prodotti

Ultime Notizie
Solidarietà dai nostri Produttori alle vittime del terremoto

Ringraziamo i nostri produttori che con le loro parole di affetto ci scaldano i cuori in un momento così doloroso per l’Italia...

Vassoio COCONUT in legno

Certificato per alimenti

Fatto a mano

Vassoio COCONUT in legno

Vassoio COCONUT in legno
 
€ 34,00
8 pz. Scatolina Fiore di loto in legno dipinto
Promo8 pezzi

Fatto a mano

8 pz. Scatolina Fiore di loto in legno dipinto

Originale questa scatolina in legno con decoro dipinto a mano: presa singolarmente, ogni s ...
 
5 pz Magnete Savana a pois in legno di albasia decorato
5 pezzi

Fatto a mano

5 pz Magnete Savana a pois in legno di albasia decorato

Magnete Savana a pois in legno di albasia decorato
 
€ 15,00
5 pz Magnete Elefante a pois in legno di albasia decorato
5 pezzi

Fatto a mano

5 pz Magnete Elefante a pois in legno di albasia decorato

Magnete Elefante a pois in legno di albasia decorato
 
€ 14,75
5 pz Magnete Gufo a pois in legno di albasia decorato
5 pezzi

Fatto a mano

5 pz Magnete Gufo a pois in legno di albasia decorato

Magnete Gufo a pois in legno di albasia decorato
 
€ 15,00
4 pz. cannette sonore Giungla legno dipinto
4 pezzi

Fatto a mano

4 pz. cannette sonore Giungla legno dipinto

cannette sonore 'giungla' legno dipinto
 
€ 18,00

La filiera del legno rispettosa delle persone e dell'ambiente

Altra iniziativa è il green camp, un terreno dove vengono piantati gli alberi utilizzati per la scultura, in modo da limitare la deforestazione. Nel villaggio di Abuan, ai piedi del vulcano Batur, un proprietario di terreno con molti debiti stava per vendere il proprio campo. Mitra Bali gli ha offerto un compromesso che permettesse al contadino di tenere la propria terra e che allo stesso tempo essa diventasse produttiva piantando una coltivazione di alberi blalu, un legno soffice da intagliare. In 5-8 anni quando gli alberi sono stati tagliati il proprietario ha il 70% di rendita mentre Mitra Bali il 30%. Il legno viene poi venduto da Mitra Bali agli artigiani senza sovrapprezzo. Questo è un modello di responsabilità sociale incoraggiata dal Commercio Equo e Solidale. Sin dal momento iniziale della prima piantagione nel 2004, Mitra Bali ha poi avviato altre piantagioni nel villaggio di Abuan.

Valutazione etica

Mitra Bali è una buona realtà di commercio equo, con una buona politica di selezione produttori e di empowerment (…) Estremamente impegnata ed identificata nel Fair Trade, ha incluso nella propria strategia la promozione di progetti a carattere ambientale/sociale, che cura direttamente, utilizzando gli utili della propria attività commerciale. E’ fortemente radicata sul territorio, promuovendo una economia e cultura alternativa al turismo di massa e conseguente impatto ambientale e sociale che caratterizza Bali.