Menu
Valdibella
Essere all'avanguardia non vuol dire sfruttare i terreni e le loro risorse, bensì cercare di valorizzarli
Valdibella é una comunità di agricoltori che condividono la stessa visione: produrre il meglio sul proprio territorio, offrire il meglio della propria produzione e dare il meglio di loro stessi ai giovani in difficoltà. La semola di grano duro Timilia e i vini rigorosamente biologici sono espressione autentica del territorio di Camporeale in Sicilia.
Paese: Italia
Fondazione: 1988
Persone coinvolte: 2 dipendenti e 4 lavoratori stagionali
Sito Web
Solidale Italiano

Naturalmente bio

Nel 1988 alcuni agricoltori nel territorio di Camporeale, nella parte occidentale della Sicilia, fondano la Cooperativa Valdibella che decide sin da subito di dedicarsi alla coltivazione di prodotti da agricoltura biologica. “Abbiamo raggruppato dei produttori nel nostro progetto per produrre, trasformare, e commercializzare direttamente i nostri prodotti senza passare attraverso terzi” ci racconta Massimiliano Solano. La Cooperativa Valdibella diventa una comunità di agricoltori che condividono la stessa visione: produrre il meglio sul proprio territorio dando possibilità di lavoro a giovani in difficoltà, garantendo un’adeguata remunerazione del lavoro a ciascun socio. "I valori di Valdibella sono unici: un modello sociale, un valore aggiunto al rispetto della natura e dell’individuo ed inoltre rappresenta un nuovo approccio nel sistema commerciale” dice il socio Luigi Montalbano.

Il vino che valorizza il territorio

Nel territorio di Camporeale, nella parte occidentale della Sicilia, gli agricoltori di Valdibella hanno fatto la scelta forte di puntare sull'agricoltura biologica e sulla biodiversità: coltivano solo in biologico le colture tipiche del territorio, Vigna, Olivo, Mandorlo, Fichi, Melograno, Ceci e Grani antichi. I loro vini, il caldo e morbido Nero d'Avola doc, l'Acamante, prodotto a partire da un’antica varietà di uva nera Perricone e il Catarratto Extra Lucido doc, il cui aroma ricorda i profumi della macchia mediterranea, sono tutti espressione autentica del territorio. Gli agricoltori di Valdibella vogliono incoraggiare la biodiversità e ridurre il più possibile le differenze rispetto al sistema originale, perché sono convinti che la vera qualità si raggiunga quando l'ecosistema è perfettamente in equilibrio e non sia stato forzato e snaturato dall'intervento dell'uomo.

Ultime notizie e i suoi prodotti

Ultime Notizie
La forza delle donne

Vogliamo un mondo dove la vita delle donne sia libera da violenze e discriminazioni.

lenticchie essiccate - bio

Biologico

Vegano

Da agricoltura sostenibile

lenticchie essiccate - bio

Lenticchie coltivate con metodo biologico. Le lenticchie sono un alimento dall'eccellente ...
 
€ 3,40
vino bianco Catarratto extra lucido DOC Isolano - bio

Biologico Uva

Senza Glutine

Vegano

vino bianco Catarratto extra lucido DOC Isolano - bio

Vino bianco Isolano Doc ExtraLucido. 100% da vitigno Catarratto biologico di Camporeale, S ...
 
€ 9,80

Timilia e la riscoperta dei semi antichi

Uno dei soci, Luigi Montalbano, è convinto che "essere all'avanguardia non vuol dire sfruttare i terreni e le loro risorse, bensì cercare di valorizzarli." In questo senso anche la semola di grano duro Timilia nasce dalla volontà di valorizzare un'antica varietà autoctona della Sicilia, utilizzata per produrre il pane nero di Castelvetrano, un'eccellenza tipica locale. La Timilia è macinata a pietra, conserva molte fibre, è assai digeribile ed è ideale per chi vuole impastare il pane  in casa.

L'impegno a favore della legalità

Gli agricoltori di Valdibella condividono lo spazio di lavoro e la loro professionalità con i ragazzi della comunità Itacafondata dai salesiani per aiutare i giovani in difficoltà, sulla collina sopra Camporeale. Tutti gli associati dimostrano una grande volontà a coinvolgere i ragazzi, profondamente convinti che la terra e il lavoro manuale possano favorire il recupero di autentici valori. Nel 2004, dei giovani di Palermo fondano Addiopizzo, un movimento di protesta contro il racket – il "pizzo" - imposto ai commercianti siciliani dalla mafia locale. Gli agricoltori di Valdibella sono stati fra i primi ad aderire a questo movimento.