Progetto Made in Dignity

Home » Per le aziende » Corporate Social Innovation » Made in Dignity » Progetto Made in Dignity

Un progetto Made in Dignity è un’opportunità di Innovazione Sociale d’Impresa.

Un partner industriale che decide di aderire a uno specifico progetto Made In Dignity non sceglie semplicemente di sostenere una filiera etica, ma si dedica soprattutto a un progetto di sviluppo che va a supportare produttori e comunità nei loro bisogni, tecnici o comunitari.

Un progetto Made in Dignity è un’opportunità di Innovazione Sociale d’Impresa.

Un partner industriale che decide di aderire a uno specifico progetto Made In Dignity non sceglie semplicemente di sostenere una filiera etica, ma si dedica soprattutto a un progetto di sviluppo che va a supportare produttori e comunità nei loro bisogni, tecnici o comunitari.

Come funziona?

Con un progetto Made in Dignity diamo l’opportunità a un partner industriale di entrare nelle nostre filiere etiche come protagonista, di pensare e realizzare insieme a noi e ai nostri produttori una serie attività di sviluppo concrete, volte a soddisfare i bisogni di tanti lavoratori e comunità. Queste attività di sviluppo sono sempre strutturate, pensate per progredire gradualmente nel corso di 4 o 5 anni, periodo nel quale il partner industriale segue direttamente gli avanzamenti in loco e a distanza.

Chi sono gli attori coinvolti nella filiera?

Nelle nostre filiere di commercio equo e solidale uniamo 3 soggetti:

Partner commerciali: aziende, enti e organizzazioni che manifestano la volontà di partecipare alla costruzione di una nuova filiera etica. Essi partecipano, a seconda del grado di coinvolgimento, alla distribuzione, alla vendita e all’acquisto dei prodotti provenienti dalla filiera sostenibile.

Partner scientifici: gli enti di ricerca, i centri studio e le università che collaborano al progetto per le parti di ricerca, formazione, definizione e sviluppo di metodologie e modelli, in grado di fornire supporto adeguato a livello formativo (formazione tecnica e gestionale), competenze specifiche, contenuti e strumenti innovativi a beneficio degli attori coinvolti.

Partner produttori e coltivatori: le organizzazioni collegate in partnership diretta con noi di Altromercato e coinvolte nello sviluppo della filiera equo sostenibile. In particolare, i piccoli produttori e coltivatori presenti nei paesi d’origine.

E Altromercato?

Siamo promotori e coordinatori di tutte le fasi del progetto. 

Ogni filiera ha un suo percorso di crescita “personalizzato” che risponde ai bisogni delle comunità dei produttori nel rispetto del contesto storico, culturale e sociale. Le condizioni economiche, ambientali e sociali sono ambiti di massima attenzione dove inserire attività formative, innovative, tecniche, sociali, qualitative, in grado di garantire, per tutti gli stakeholder, un futuro sostenibile.

La collaborazione e cooperazione tra tutti noi viene messa nero su bianco con la firma di un accordo: il protocollo Made in Dignity.

Sei un’azienda che sceglie materie prime sostenibili e vuoi saperne di più?
Contattaci:


Ho letto e accettato la Privacy Policy per il trattamento dei miei dati personali.
Iscriviti alla newsletter per ricevere notizie e approfondimenti sul mondo Altromercato.

Chi sono gli attori coinvolti nella filiera?

Nelle nostre filiere di commercio equo e solidale uniamo 3 soggetti:

Partner commerciali: aziende, enti e organizzazioni che manifestano la volontà di partecipare alla costruzione di una nuova filiera etica. Essi partecipano, a seconda del grado di coinvolgimento, alla distribuzione, alla vendita e all’acquisto dei prodotti provenienti dalla filiera sostenibile.

Partner scientifici: gli enti di ricerca, i centri studio e le università che collaborano al progetto per le parti di ricerca, formazione, definizione e sviluppo di metodologie e modelli, in grado di fornire supporto adeguato a livello formativo (formazione tecnica e gestionale), competenze specifiche, contenuti e strumenti innovativi a beneficio degli attori coinvolti.

Partner produttori e coltivatori: le organizzazioni collegate in partnership diretta con noi di Altromercato e coinvolte nello sviluppo della filiera equo sostenibile. In particolare, i piccoli produttori e coltivatori presenti nei paesi d’origine.

E Altromercato?

Siamo promotori e coordinatori di tutte le fasi del progetto. 

Ogni filiera ha un suo percorso di crescita “personalizzato” che risponde ai bisogni delle comunità dei produttori nel rispetto del contesto storico, culturale e sociale. Le condizioni economiche, ambientali e sociali sono ambiti di massima attenzione dove inserire attività formative, innovative, tecniche, sociali, qualitative, in grado di garantire, per tutti gli stakeholder, un futuro sostenibile.

La collaborazione e cooperazione tra tutti noi viene messa nero su bianco con la firma di un accordo: il protocollo Made in Dignity.

Sei un’azienda che sceglie materie prime sostenibili e vuoi saperne di più?
Contattaci:


Ho letto e accettato la Privacy Policy per il trattamento dei miei dati personali.
Iscriviti alla newsletter per ricevere notizie e approfondimenti sul mondo Altromercato.