Menu

Terracotta dell'isola di Lombok

Sull’isola di Lombok in Indonesia le donne dei villaggi intorno a Mataram preparano l’argilla con sabbia, acqua e olii, la lavorano con piccoli torni presso le loro case, mentre chiacchierano, ridono, stanno insieme.
Dopo averle essiccate all’aria, trasportano le loro creazioni, fissandole sulla testa, fino alla fornace comunitaria del villaggio. Qui i manufatti vengono posti in buche nel terreno e coperti con sterpaglie che verranno accese per la cottura.

lombok-pottery-web

Il colore naturale della ceramica, una volta terminato il processo di cottura, è color terracotta, ma la tradizione prevede varianti di colore e sfumature caratterizzanti. Lanciando della farina di riso sulla ceramica bollente si ottengono striature e macchiette nere che rendono unico ogni esemplare. Allo stesso modo, i ceramisti spruzzano estratto di tamarindo quando vogliono dare al prodotto sfumature tendenti al rosso. La versione nera, invece, prevede due passaggi: tolto dal fuoco, il manufatto bollente viene ricoperto con paglia polverizzata e infine, per ottenere un nero lucente, il processo si conclude passando noce di cocco grattugiata su tutta la superficie.
Una tradizione tipica del popolo dei Sasak, abitanti di questa isola indonesiana che utilizzano quotidianamente queste ceramiche per contenere, conservare e cucinare cibi e spezie locali.

lombok_fattura
Un prezioso manufatto
dell’arte artigianale

Queste creazioni in terracotta sono fatte a mano con semplici strumenti e riescono a trattenere gli aromi degli alimenti al loro interno grazie alla loro tipica porosità. Richiedono solo qualche semplice accorgimento nel loro primo utilizzo, proprio per preservarne al meglio le qualità.

Scopri come preservarla

lombok pottery
lombok_2

Linea sweet

Tre gruppi di donne e un progetto di cooperazione, questo è il principio di un percorso che ha reso un patrimonio artistico indonesiano uno strumento di dignità. LPC sostiene le artigiane nell’ambito commerciale e in quello sociale.