La base sociale di Altromercato è costituita da una rete di organizzazioni socie diffuse in gran parte del territorio italiano che rappresentano, diffondono e promuovono i valori del Commercio Equo e Solidale a livello locale. Alcune di queste organizzazioni presidiano il territorio con uno o più negozi Altromercato, rendendoli il luogo giusto per entrare in contatto diretto con il nostro impegno attraverso la scelta di prodotti alimentari, di moda etica, artigianato e cosmesi naturale.

Tra gli oltre ottanta soci attualmente attivi, Chico Mendes è il punto di riferimento per le città e le province di Milano e Brescia dove gestisce 13 punti vendita Altromercato

Fondata nel 1990, l’organizzazione socia Chico Mendes è ufficialmente una cooperativa sociale di Commercio Equo e Solidale. La sua mission è in linea con quella di Altromercato e intende promuovere un modello di economia più giusta, etica e responsabile, che rispetti le persone e tuteli l’ambiente. Per farlo propone innanzitutto prodotti equosolidali e di economia sostenibile nei punti vendita sul territorio.

«Le Botteghe Altromercato sono punti vendita speciali», ci raccontano gli stessi collaboratori di Chico Mendes. «Partiamo dai prodotti. Provengono da filiere etiche e sostenibili, controllate e trasparenti al 100%. Per ognuno di questi, dal caffè al cioccolato, dal riso alla passata di pomodoro, dal maglione alla pochette, dalla stola alla crema viso, possiamo garantire una qualità eccellente, produzioni artigianali e a basso impatto ambientale, coltivazioni biologiche e naturali, pack eco sostenibili, oltre ovviamente al totale rispetto dei diritti di tutti i soggetti coinvolti. Le botteghe Altromercato sono il luogo ideale dove fare shopping in modo rilassato, viaggiando tra la storia di un prodotto e l’altro, grazie ai consigli del nostro personale esperto e appassionato: un luogo dove oltre ad acquistare un oggetto, si compie una scelta consapevole che contribuisce alla costruzione di un futuro più sostenibile per tutti».

Oltre alle attività nei negozi, l’organizzazione sostiene anche direttamente progetti sociali in Italia, grazie all’appoggio di enti e associazioni locali. Fra le tante progettualità portate avanti da Chico Mendes ci sono, ad esempio, il Frantoio del Parco, un progetto di agricoltura biologica per la produzione di olio Evo Bio IGP Toscano nato grazie al recupero di un antico uliveto e di un frantoio abbandonati nel Parco della Maremma,  e il progetto di Calabria Solidale, che coinvolge una rete di piccoli produttori calabresi che lavorano nel rispetto della legalità e dell’agricoltura sostenibile. 

L’organizzazione è molto conosciuta nel territorio di Milano per un’iniziativa in particolare: il Banco di Garabombo, il mercato etico di Natale più grande d’Europa. Questo grande stand viene allestito ogni anno dal 1997 in collaborazione con Radio Popolare, la Cooperativa Librerie in Piazza e con il Patrocinio del Comune di Milano.

Fondata nel 1990, l’organizzazione socia Chico Mendes è ufficialmente una cooperativa sociale di Commercio Equo e Solidale. La sua mission è in linea con quella di Altromercato e intende promuovere un modello di economia più giusta, etica e responsabile, che rispetti le persone e tuteli l’ambiente. Per farlo propone innanzitutto prodotti equosolidali e di economia sostenibile nei punti vendita sul territorio.

«Le Botteghe Altromercato sono punti vendita speciali», ci raccontano gli stessi collaboratori di Chico Mendes. «Partiamo dai prodotti. Provengono da filiere etiche e sostenibili, controllate e trasparenti al 100%. Per ognuno di questi, dal caffè al cioccolato, dal riso alla passata di pomodoro, dal maglione alla pochette, dalla stola alla crema viso, possiamo garantire una qualità eccellente, produzioni artigianali e a basso impatto ambientale, coltivazioni biologiche e naturali, pack eco sostenibili, oltre ovviamente al totale rispetto dei diritti di tutti i soggetti coinvolti. Le botteghe Altromercato sono il luogo ideale dove fare shopping in modo rilassato, viaggiando tra la storia di un prodotto e l’altro, grazie ai consigli del nostro personale esperto e appassionato: un luogo dove oltre ad acquistare un oggetto, si compie una scelta consapevole che contribuisce alla costruzione di un futuro più sostenibile per tutti».

Oltre alle attività nei negozi, l’organizzazione sostiene anche direttamente progetti sociali in Italia, grazie all’appoggio di enti e associazioni locali. Fra le tante progettualità portate avanti da Chico Mendes ci sono, ad esempio, il Frantoio del Parco, un progetto di agricoltura biologica per la produzione di olio Evo Bio IGP Toscano nato grazie al recupero di un antico uliveto e di un frantoio abbandonati nel Parco della Maremma,  e il progetto di Calabria Solidale, che coinvolge una rete di piccoli produttori calabresi che lavorano nel rispetto della legalità e dell’agricoltura sostenibile. 

L’organizzazione è molto conosciuta nel territorio di Milano per un’iniziativa in particolare: il Banco di Garabombo, il mercato etico di Natale più grande d’Europa. Questo grande stand viene allestito ogni anno dal 1997 in collaborazione con Radio Popolare, la Cooperativa Librerie in Piazza e con il Patrocinio del Comune di Milano.

Ma perché Chico Mendes ha scelto di far parte della base sociale di Altromercato?

A raccontarcelo sono le stesse persone dell’organizzazione:

«Altromercato è un’impresa che costruisce relazioni commerciali eque e che produce benessere per le persone e per il pianeta: per funzionare ha bisogno di un enorme e prezioso “capitale umano” che diffonda sul territorio in modo capillare “il mercato come dovrebbe essere”, favorendo il cambiamento verso una maggiore equità delle regole e delle pratiche del commercio internazionale. Questo capitale umano è fatto di relazioni, di attenzione, di solidarietà. È fatto da tantissime persone che hanno a cuore il Commercio Equo e Solidale, insieme alle quali da 35 anni Altromercato porta avanti l’impegno per costruire uno sviluppo sostenibile e per garantire la dignità della vita e del lavoro di migliaia di donne e uomini, nel Sud del mondo come in Italia. Ci sentivamo in linea con tutto questo, perciò l’unione è stata naturale. Noi, insieme agli altri soci, non ci siamo mai fermati in questo lavoro nemmeno in questi tempi di emergenza climatica, di pandemia e di conflitti. Perché abbiamo l’orgoglio di rappresentare la più grande realtà di Commercio Equo e Solidale italiana».

Ma perché Chico Mendes ha scelto di far parte della base sociale di Altromercato?

A raccontarcelo sono le stesse persone dell’organizzazione:

«Altromercato è un’impresa che costruisce relazioni commerciali eque e che produce benessere per le persone e per il pianeta: per funzionare ha bisogno di un enorme e prezioso “capitale umano” che diffonda sul territorio in modo capillare “il mercato come dovrebbe essere”, favorendo il cambiamento verso una maggiore equità delle regole e delle pratiche del commercio internazionale. Questo capitale umano è fatto di relazioni, di attenzione, di solidarietà. È fatto da tantissime persone che hanno a cuore il Commercio Equo e Solidale, insieme alle quali da 35 anni Altromercato porta avanti l’impegno per costruire uno sviluppo sostenibile e per garantire la dignità della vita e del lavoro di migliaia di donne e uomini, nel Sud del mondo come in Italia. Ci sentivamo in linea con tutto questo, perciò l’unione è stata naturale. Noi, insieme agli altri soci, non ci siamo mai fermati in questo lavoro nemmeno in questi tempi di emergenza climatica, di pandemia e di conflitti. Perché abbiamo l’orgoglio di rappresentare la più grande realtà di Commercio Equo e Solidale italiana».