L’agricoltura, da sempre custode dei cicli naturali e delle risorse del pianeta, svolge un ruolo cruciale nel mantenimento dell’equilibrio ecologico. La crisi ambientale globale ha reso evidente la necessità di una maggior consapevolezza degli impatti delle pratiche agricole sugli ecosistemi e dell’adozione di modelli basati su una profonda comprensione e sul rispetto delle dinamiche naturali.

Lavorazione pomodoro - ragazza che ride

La cooperativa Valdibella nasce a Camporeale, in Sicilia occidentale, tra Corleone e Castellammare del Golfo e crede nella necessità di liberare la pratica agricola dalla dipendenza dalla meccanizzazione e dalla chimica, a favore di un approccio che rispetti il suolo e la biodiversità e nell’importanza della formazione continua di tutti gli attori della filiera, da chi lavora la terra, a chi sceglie i prodotti.

Le 33 aziende agricole socie di Valdibella mettono in campo ogni giorno pratiche della tradizione basate su una conoscenza approfondita dei cicli della natura e su metodi innovativi di agricoltura sostenibile.

Lavorazione pomodoro - ragazza che ride

«Fare agricoltura non significa soltanto finalizzare il lavoro alla mera produzione e al suo rendimento, ma implica metodi e attività capaci di prendersi cura in toto dell’ambiente. Solo con un cambio di paradigma così concepito sarà possibile pensare al futuro dell’agricoltura, attuale e sostenibile sotto ogni aspetto: da quello economico a quello produttivo, da quello paesaggistico a quello umano». Massimiliano Solano, presidente della cooperativa Valdibella.

Questo è anche l’approccio dell’agroecologia.

Lavorazione pomodoro - ragazza che ride

La cooperativa Valdibella nasce a Camporeale, in Sicilia occidentale, tra Corleone e Castellammare del Golfo e crede nella necessità di liberare la pratica agricola dalla dipendenza dalla meccanizzazione e dalla chimica, a favore di un approccio che rispetti il suolo e la biodiversità e nell’importanza della formazione continua di tutti gli attori della filiera, da chi lavora la terra, a chi sceglie i prodotti.
Le 33 aziende agricole di Valdibella mettono in campo ogni giorno pratiche della tradizione basate su una conoscenza approfondita dei cicli della natura e su metodi innovativi di agricoltura sostenibile.

valdibella staff

Le 33 aziende agricole di Valdibella mettono in campo ogni giorno pratiche della tradizione basate su una conoscenza approfondita dei cicli della natura e su metodi innovativi di agricoltura sostenibile.

«Fare agricoltura non significa soltanto finalizzare il lavoro alla mera produzione e al suo rendimento, ma implica metodi e attività capaci di prendersi cura in toto dell’ambiente. Solo con un cambio di paradigma così concepito sarà possibile pensare al futuro dell’agricoltura, attuale e sostenibile sotto ogni aspetto: da quello economico a quello produttivo, da quello paesaggistico a quello umano». Massimiliano Solano, presidente della cooperativa Valdibella.

Questo è anche l’approccio dell’agroecologia.

L’agroecologia

L’agroecologia applica i principi dell’ecologia agli agrosistemi (gli ecosistemi controllati dall’uomo a scopi economici, come le produzioni di alimenti), studiando oltre alla produttività, anche stabilità, sostenibilità ed equità, con una ricerca interdisciplinare. Le scienze sociali, per esempio, aiutano a comprendere le interazioni pianta-insetto o le caratteristiche del suolo e le scienze sociali a studiare l’impatto delle pratiche agricole sulle comunità rurali.

«Gli agroecologi applicano le scienze naturali per comprendere, ad esempio, le caratteristiche del suolo o le interazioni pianta-insetto, le scienze sociali per descrivere gli effetti delle pratiche agricole sulle comunità rurali o per individuare i vincoli economici riguardanti lo sviluppo di nuovi metodi di produzione, oppure comprendere i fattori culturali che determinano le attività agricole.»  (Wikipedia)

La Scuola Pratica di Agroecologia di Valdibella

Da tre anni, la cooperativa promuove l’incontro tra agronomi, ricercatori, agricoltori e consumatori, con la sua Scuola Pratica di Agroecologia, dove si impara, in aula e nel campo, tra oliveti e vigneti, come tornare ad una maggiore connessione con la terra e ad avere un ruolo attivo in una comunità agricola consapevole e impegnata nel coltivare un futuro migliore per tutti.

agricoltori e consumatori al di agroecologia

Il programma della scuola abbraccia tutte le fasi dell’agricoltura, dalla semina al consumo. Il Corso Base di Conversione all’Agroecologia offre una formazione teorica e pratica sull’approccio agroecologico. Le giornate tematiche approfondiscono argomenti specifici, dalla gestione del suolo alle tecniche di potatura, dall’identificazione degli insetti alla gestione delle risorse idriche. Infine le giornate dedicate ai consumatori affrontano temi come la fermentazione dei cibi e la gestione degli scarti organici e svolgono un ruolo fondamentale nella creazione di un legame significativo tra produzione e consumo: attraverso seminari e laboratori esperienziali, i consumatori possono acquisire una maggiore consapevolezza delle sfide e delle opportunità nell’adozione di uno stile di vita sostenibile.

Valdibella collabora con Ctm Agrofair che distribuisce prodotti ortofrutticoli da filiera etica, per un commercio equo e solidale, per una sostenibilità ambientale, sociale ed economica, che possiamo coltivare tutti insieme, ogni giorno, con le nostre scelte.

L’agroecologia

L’agroecologia applica i principi dell’ecologia agli agrosistemi (gli ecosistemi controllati dall’uomo a scopi economici, per esempio, per la produzione di alimenti), studiando insieme alla produttività, anche stabilità, sostenibilità ed equità, con una ricerca interdisciplinare.

«Gli agroecologi applicano le scienze naturali per comprendere, ad esempio, le caratteristiche del suolo o le interazioni pianta-insetto, le scienze sociali per descrivere gli effetti delle pratiche agricole sulle comunità rurali o per individuare i vincoli economici riguardanti lo sviluppo di nuovi metodi di produzione, oppure comprendere i fattori culturali che determinano le attività agricole.»  (Wikipedia)

La Scuola Pratica di Agroecologia di Valdibella

Da tre anni, la cooperativa Valdibella, promuove l’incontro tra agronomi, ricercatori, agricoltori e consumatori, con la sua Scuola Pratica di Agroecologia, dove si impara, in aula e nel campo, tra oliveti e vigneti, come tornare ad una maggiore connessione con la terra e ad avere un ruolo attivo in una comunità agricola consapevole e impegnata nel coltivare un futuro migliore per tutti.

agricoltori e consumatori al di agroecologia

Il programma della scuola abbraccia tutte le fasi dell’agricoltura, dalla semina al consumo. Il Corso Base di Conversione all’Agroecologia offre una formazione teorica e pratica sull’approccio agroecologico. Le giornate tematiche approfondiscono argomenti specifici, dalla gestione del suolo alle tecniche di potatura, dall’identificazione degli insetti alla gestione delle risorse idriche. Infine le giornate dedicate ai consumatori affrontano temi come la fermentazione dei cibi e la gestione degli scarti organici e svolgono un ruolo fondamentale nella creazione di un legame significativo tra produzione e consumo: attraverso seminari e laboratori esperienziali, i consumatori possono acquisire una maggiore consapevolezza delle sfide e delle opportunità nell’adozione di uno stile di vita sostenibile.

Valdibella collabora con Ctm Agrofair che distribuisce prodotti ortofrutticoli da filiera etica, per un commercio equo e solidale, per una sostenibilità ambientale, sociale ed economica, che possiamo coltivare tutti insieme, ogni giorno, con le nostre scelte.