AOWA E IL PROGETTO DEDICATO AI SAPONI DELLA PALESTINA

Palestina, territori soggetti all’occupazione israeliana

Nei territori della Palestina, vicini all’occupazione israeliana, dal 1994 l’associazione AOWA sostiene iniziative che promuovono un ruolo attivo della donna nella società, con particolare riferimento alla vita pubblica e nelle zone rurali, al fine di ridurne la povertà e l’emarginazione grazie al lavoro.

A sostenere le donne palestinesi ci siamo anche noi.

All’interno del progetto“Bee the Change”, del quale siamo partner insieme a Felcos Umbria, Ponte Solidale, e con capofila la Regione Umbria, diamo continuità alla relazione nata precedentemente con un progetto finanziato di cooperazione internazionale che aveva come obiettivo quello di dare alle donne di AOWA le capacità per la produzione di saponi artigianali all’olio d’oliva, attività che forniva uno sbocco lavorativo alle donne palestinesi. Con questo progetto si intendeva proprio aumentare la capacità di sussistenza e di generare reddito delle donne, attraverso il potenziamento delle attività di produzione, trasformazione e vendita di erbe, oli essenziali e saponi, e tramite l’attivazione di sinergie permanenti con apicoltori palestinesi, anch’essi coinvolti in una parte del progetto. 

In questo contesto noi di Altromercato abbiamo contribuito a migliorare la strumentazione e il flusso produttivo del processo di saponificazione, nonché a inglobare la produzione degli oli essenziali che prima venivano acquistati dalla Siria. Tra le altre cose abbiamo anche spinto all’utilizzo di materie prime più complesse come argille, burri e altri oli (come il cocco) nei saponi. 

Grazie al progetto le donne di AOWA sono riuscite a costruire un impianto di distillazione e di irrigazione per completare la parte del processo di agricoltura e distillazione che mancava.
Oltre agli strumenti tecnici, le donne hanno ricevuto anche la formazione necessaria sia per la parte di saponificazione, che agricola e di distillazione. Queste ultime due fasi due fasi, quella agricola e la distillazione, permettono un maggior coinvolgimento lavorativo delle donne.

In questi due anni le donne di AOWA hanno gestito dei campi per coltivare e raccogliere le erbe da distillare: Menta e Lavanda. La scelta della distillazione di oli è strategica: gli oli hanno rese molto basse e richiedono molto prodotto, pertanto hanno bisogno di campi che così sono meno papabili per l’avanzata dei coloni israeliani.