All’origine del cioccolato Mascao c’è il cacao dell’America Latina, coltivato e raccolto da tanti contadini riuniti in cooperative nate con l’obiettivo di migliorare le condizioni di vita dei propri associati.

Attraverso la produzione e l’esportazione del cacao tramite il canale equosolidale, queste organizzazioni riescono ad avviare progetti di sostenibilità sociale e ambientale. Questi progetti non solo portano benefici ai contadini attuali, ma puntano anche, e soprattutto, al futuro delle generazioni a venire.

Il cioccolato di Mascao è Chocolate For Future proprio per questo, per le storie alla sua origine. Scopriamone alcune insieme.

Cacao dalla Bolivia: la storia di El Ceibo

Tra i gruppi storici del Commercio Equo e Solidale c’è El Ceibo, organizzazione nata alla fine degli anni Settanta dall’unione di tanti campesinos che, in un periodo economicamente critico, vollero diventare indipendenti e liberarsi dal rischio di essere sottopagati dai commercianti.

Oggi El Ceibo lavora insieme alla Fondazione Piaf – El Ceibo per aiutare i produttori nell’affrontare i cambiamenti climatici, per migliorare la produttività delle piante di cacao e la fertilità del suolo. Non solo. La fondazione per lo sviluppo sostenibile supporta anche i figli dei soci, che possono ricevere borse di studio per proseguire la formazione scolastica.

Negli anni il lavoro con il canale del Commercio Equo ha permesso all’organizzazione di migliorare, ad esempio, l’impianto di trasformazione del cacao, generando impatti positivi sulle comunità e sull’ambiente. Con la sua presenza El Ceibo ha potuto contribuire allo sviluppo delle proprie cooperative e dell’intera regione Alto Beni e del Paese.

Cacao dalla Repubblica Dominicana: Conacado e l’imprenditoria contadina

L’organizzazione dominicana Conacado ha tra i suoi obiettivi quello di migliorare le condizioni di vita dei contadini che producono cacao. Per raggiungerlo lavora insieme ai produttori sulla gestione sostenibile delle aziende agricole, la qualità e la commercializzazione dei prodotti e il rafforzamento dell’unione delle organizzazioni. Dagli anni Ottanta ad oggi la cooperativa è riuscita a ritagliarsi un ruolo centrale nella filiera del cacao fair trade e bio, riuscendo ad affrontare momenti critici anche grazie al sostegno del Commercio Equo e Solidale. 

Nel perseguire i suoi obiettivi di sostenibilità sociale e ambientale, Conacado consente ai produttori di diventare imprenditori responsabili dal punto di vista della tutela ambientale. Vengono, infatti, trasmesse conoscenze sulla protezione dell’ambiente e su come generare un impatto positivo su di esso, riducendo gli effetti del cambiamento climatico. L’organizzazione promuove anche l’empowerment femminile e quello dei giovani, mediante attività che possono riguardare il sostegno alle microimprese e lo sviluppo familiare.

Cacao dal Perù: Norandino e la riforestazione per il futuro

Negli ultimi anni la cooperativa peruviana Norandino ha concentrato i suoi sforzi nello sviluppo di un ampio progetto ambientale che intende migliorare la qualità del cacao e in primis tutelare il territorio della foresta dove questo viene coltivato. 

Il progetto di riforestazione della Sierra de Piura è stato avviato dalla cooperativa insieme ad alcune Ong e associazioni ambientaliste con l’obiettivo di contribuire a mitigare gli effetti del cambiamento climatico e ridurre le emissioni andando a piantare nuovi alberi in aree scelte. Grazie alla vendita dei crediti di carbonio, inoltre, Norandino può fare investimenti ulteriori per contrastare la crisi climatica.

Con i risultati ottenuti finora dal progetto di riforestazione, le famiglie della zona riescono ad avere un reddito alternativo e migliorare sensibilmente la qualità della vita.

Vuoi sapere di più sul cioccolato Mascao?

Leggi di più