Menu

Filiera cacao

IL CIOCCOLATO DEVE ESSERE BUONO PER TUTTI: LA FILIERA DEL CACAO ALTROMERCATO

IL MERCATO DEL CACAO

DOVE SI PRODUCE

Il cacao viene coltivato prevalentemente in Ghana, Camerun, Nigeria, Madagascar e Costa d’Avorio: in Costa d’Avorio e in Ghana viene prodotto, in particolare, più del 70% del cacao mondiale.

2. Mappa stati

Dal punto di vista botanico, la pianta del cacao cresce soltanto in zone forestali calde, a una temperatura compresa tra i 20 e i 30 gradi, con elevato tasso di precipitazioni e umidità, all’ombra delle cosiddette “piante madri”, ovvero alberi più alti che con le loro chiome la proteggono dall’esposizione diretta ai raggi solari e ad altri agenti atmosferici.

Tutti i paesi produttori si trovano quindi nel tratto pluviale a ridosso della fascia equatoriale che attraversa l’Africa, l’Asia e l’America Latina.

DOVE SI CONSUMA

L’Europa, gli Stati Uniti, l’Australia e l’Asia non solo sono i paesi che nel mondo consumano il cacao prodotto nel sud del mondo, ma anche i paesi in cui le più grandi aziende cioccolatiere hanno sede.

3. Percentuale scompenso

Chi consuma più cioccolato?

Chi compie il lavoro più duro, non usufruisce del prodotto che ne risulta.

In Africa si produce il 73% del cacao mondiale ma si consuma meno del 3% di cioccolato (netto sbilanciamento).

Gli europei consumano la metà del cioccolato che si produce nel mondo (circa il 48%). Segue l’America settentrionale (Stati Uniti 20% e Canada 4%), l’Asia (15%) e l’America Latina (9%).

L’Africa, il principale produttore di cacao, consuma solo il 3% del cioccolato e altri derivati che si producono nel resto del pianeta. Tanto paradossale quanto indicativo della situazione attuale in cui versa il commercio internazionale.

Fonte: Commercio Equo E Solidale, buono per chi lo produce, buono per chi lo consuma, buono per cambiare il mondo. Equo Garantito, 2014.

LA STRADA DEL CACAO

Schema-cacao (1)
APPROFONDIMENTO
grafico

L’industria del cacao - cioccolato produce un giro d’affari che ammonta, complessivamente, a 123 miliardi di dollari statunitensi. (Fonte: Euromonitor, 2017).

5 milioni di persone, impiegate a vario titolo nella lavorazione del cacao in America Latina, Africa e Asia (Fonte: Cacao Corretto, Mani Tese 2019).

Il piatto della bilancia pende a favore di un pugno di attori a scapito degli altri che ne rappresentano la maggioranza: i milioni di produttori di cacao.

Gli attori più colpiti sono i piccoli produttori i quali, peraltro, coltivano più del 90% del cacao in commercio.

La difficoltà e l’impossibilità di condizionare il prezzo di vendita si devono principalmente a due fattori: la disorganizzazione degli agricoltori e le relazioni di dipendenza che intercorrono con i buyers. (Fonte: Commercio Equo E Solidale, buono per chi lo produce, buono per chi lo consuma, buono per cambiare il mondo. Equo Garantito, 2014).

C'è un progressivo allargamento della forbice tra i due estremi della filiera del cacao-cioccolato: le più importanti multinazionali fatturano ogni anno cifre record, laddove la fetta dei ricavi percepita a valle è diminuita del 37,5% rispetto agli anni ’80 (Fonte: Cacao Corretto, Mani Tese 2019).

L'organizzazione nelle cooperative contadine permette di ottenere prezzi e condizioni migliori di vendita.

UN CACAO TROPPO AMARO: PROBLEMATICHE AMBIENTALI E SOCIALI

La produzione del cacao è legata a tante questioni di carattere ambientale e sociale che seriamente minano la biodiversità dei paesi produttori e i diritti umani di tutte quelle famiglie di coltivatori che stanno alla base di un’industria cioccolatiera che poco si cura di tutto ciò.

Oltre il 90% del cacao in circolazione proviene da piccole piantagioni a conduzione familiare con un’estensione media che, nella maggior parte dei casi, non supera i 2,5 ettari. Sebbene i piccoli produttori rappresentino la spina dorsale dell’intero settore, il loro guadagno non supera il 6-8% del valore aggiunto calcolato sulla vendita del prodotto finale. Il resto della torta viene spartito, principalmente, fra le industrie multinazionali che dominano la trasformazione e la commercializzazione del prodotto. (Fonte: Cacao corretto, Mani Tese 2019)

I problemi più gravi della produzione del cacao riguardano la deforestazione e il lavoro minorile.

8. Problemi etnici (sfruttamento minorile)

LAVORO MINORILE

152 milioni di bambini tra i 5 e 17 anni sono coinvolti nel lavoro minorile in tutto il mondo. Il 71% di loro è impegnato nel settore agricolo. L’Africa ospita quasi i due terzi di tutti i bambini lavoratori (Fonte: Organizzazione internazionale del lavoro delle Nazioni Unite).

2,1 milioni di bambini lavorano nelle piantagioni di cacao della Costa d’Avorio e del Ghana. (Fonte: Cocoa barometer 2018)

7bis.-Problemi-etnici-due-dollari

POVERTÀ E MANCANZA DI REDDITO MINIMO

La povertà è la radice di praticamente tutti i problemi dell’industria del cacao tra cui lavoro minorile, deforestazione e malnutrizione infantile.

Il prezzo del cacao attualmente è troppo basso per garantire ai contadini un reddito minimo.

Nella maggior parte dei casi il guadagno medio di un coltivatore di cacao non supera i 2 dollari al giorno.

Tale ricavo va diviso, ovviamente, per tutti i componenti del nucleo familiare, con il risultato che la maggioranza delle famiglie vive al di sotto della soglia di povertà estrema, ufficialmente fissata nella cifra di 1,90 dollari al giorno a persona. (Fonte: Cacao Corretto, Mani Tese 2019).

9. Problemi etnici (deforestazione)

DEFORESTAZIONE

Una porzione di terreno pari all’Olanda è stata disboscata per coltivare una quantità di cacao vicina a quella consumata nell’Unione Europea.

6bis.-Problemi-etnici-disparità-genere

DISPARITÀ DI GENERE

In media in Africa occidentale le donne gestiscono circa un quarto delle piantagioni di cacao e spesso hanno meno diritti, servizi, crediti e certificazioni e sono sottorappresentate nelle organizzazioni di contadini. Le donne sono inoltre responsabili delle attività casalinghe quotidiane, che si aggiungono già a un duro lavoro fuori.

5bis.-Problemi-etnici-infrastrutture

INFRASTRUTTURE

Molte aree in cui si produce cacao sono carenti di scuole, strade, assistenza sanitaria, accesso al mercato, e molti altri beni che dovrebbero essere di dominio pubblico.

LA SOLUZIONE ETICA: LA FILIERA DEL CACAO ALTROMERCATO

Per chi coltiva il cacao, per chi ama il puro cioccolato, per il futuro e la sostenibilità

17.Schema filiera cacao Altromercato

Con Altromercato c’è tutto il gusto di scegliere una filiera del cacao equa e sostenibile, nel rispetto dei criteri del fair trade, per dare sostegno, una giusta retribuzione e accesso al mercato a migliaia di produttori di cacao. E tu sei sempre sicuro di gustare una tavoletta di cioccolato «davvero buona».

UNA FILIERA AD ALTO IMPATTO SOCIALE

15. Rapporto produttori (condizioni di lavoro)
LE CONDIZIONI DI LAVORO
Piccoli coltivatori organizzati in cooperative e associazioni lavorano senza sfruttamento, con il pagamento di un prezzo equo, e condizioni di sicurezza garantite nei luoghi di lavoro.
16. Bilancia
PREZZO MINIMO GARANTITO
Equo compenso concordato con i produttori e più alto rispetto a quello di mercato. Il compenso del produttore è sempre tutelato, anche nei momenti di promozione: un cacao dal prezzo equo (clicca qui per approfondire).
13. Rapporto produttori (qualità relazione)
QUALITÀ DELLA RELAZIONE
La relazione con i nostri partner produttori è di tipo commerciale, di supporto tecnico e di cooperazione. Con i produttori instauriamo relazioni commerciali trasparenti, continuative e durature.
Rapporto produttori (pagamenti anticipati)
PAGAMENTI ANTICIPATI E ACCESSO AL CREDITO
Supportiamo i nostri partner produttori facilitando loro l’accesso al credito per poter prefinanziare i raccolti e l’acquisto di materie prime per la produzione.
12. Rapporto produttori (istruzione)
EMPOWERMENT DEI PRODUTTORI
Non fornitore, ma Produttore = Partnership. Stimoliamo i produttori ad un miglioramento e apprendimento continuo, anche con formazione in loco.
11. Rapporto produttori (tutela dei diritti)
RISPETTO DEI DIRITTI
Tutela dei diritti umani dei lavoratori coinvolti nella filiera.
APPROFONDIMENTO

Altromercato controlla l’eticità della filiera del cacao per i suoi prodotti: lo fa direttamente nel caso di importo diretto dai produttori di cacao o attraverso i suoi partner (produttori, trasformatori, etc.) che acquistano fave di cacao sotto il controllo e la garanzia di WFTO, Organizzazione Mondiale del Commercio Equo e Solidale. Nel caso del cacao importato direttamente da Altromercato in fase d’avvio c’è una valutazione preliminare fatta direttamente dalla nostra Unità Cooperazione e Acquisti: si tratta di una valutazione etica, commerciale e qualitativa che serve per capire se c’è spazio per iniziare una relazione commerciale. Dopo il secondo ordine confermato di materia prima o del prodotto, il produttore viene valutato dal Comitato di Valutazione Etica Altromercato – organo dotato di autonomia e con funzione di vigilanza etica su prodotti e produttori - che effettua direttamente la visita. Tutti i produttori dai quali importiamo vengono quindi verificati direttamente da Altromercato, con monitoraggi ricorrenti.

Nature

Il controllo di filiera Altromercato è coerente con la scelta di far parte di un sistema di garanzia formalizzato. Altromercato è socio di Equo Garantito, l’Assemblea Generale Italiana del Commercio Equo e Solidale che monitora periodicamente (nell’ambito di un sistema di garanzia certificato da un ente terzo indipendente) il rispetto della Carta Italiana dei Criteri del Commercio Equo e Solidale anche per tutta la parte relativa alla relazione con i produttori, agli accordi contrattuali, alla trasformazione dei prodotti.

Nature
Le regole fondanti del sistema sono definite a livello internazionale da WFTO – Organizzazione Mondiale del Commercio Equo e Solidale. Tutti prodotti a base di cacao Altromercato possiedono il WFTO Label che certifica che sono realizzati nel rispetto dei 10 Criteri del Commercio Equo e Solidale, rispondendo così alla crescente domanda di garanzie etiche da parte dei consumatori più attenti.

UNA FILIERA A BASSO IMPATTO AMBIENTALE

Dalla data di scadenza riportata sul pacchetto, possiamo sempre individuare il lotto e quindi risalire ai relativi produttori.

18. Coltivazione sostenibile
COLTIVAZIONE SOSTENIBILE
Si utilizzano per lo più metodi di coltivazione tradizionale all'ombra di altri alberi, che proteggono il suolo dall'erosione e permettono di conservare la biodiversità.
19. Coltivazione diversificata
UN COLTIVARE DIVERSIFICATO
Si tratta di un coltivare diversificato, che prevede la semina di diverse varietà di piante e alberi ad uso e consumo delle famiglie produttrici. Le aree sono tradizionalmente coltivate a cacao e altri prodotti, evitando il disboscamento.
20. NO utilizzo sostanze chimiche
NO COLTIVAZIONE INTENSIVA, NO USO DI SOSTANZE CHIMICHE
21. Pack sostenibili
PACK SOSTENIBILI
Gli involucri delle confezioni delle tavolette di cioccolato Altromercato non contengono alluminio. Sono realizzati in carta e plastica che possono essere smaltite con la raccolta differenziata.
22. Logistica
LOGISTICA
Grande attenzione alla sostenibilità viene data anche alla logistica. Altromercato s'impegna a far viaggiare le proprie merci in container pieni e ottimizzati nel carico.
23. Produzione biologica
PRODUZIONE BIOLOGICA
Alta percentuale di cacao da agricoltura biologica. "Premio bio": un incentivo per coltivare con metodo biologico.

IL CACAO BIOLOGICO ALTROMERCATO

Altromercato incentiva la produzione di CACAO biologico, quello che meglio rispetta l'ambiente e supporta i produttori durante la conversione dei terreni. Nel 2019:

25bis.Cacao-per-cioccolata-Altromercato.jpg
Boxtesto1
Boxtesto2
Boxtesto3
Boxtesto4

LE NOSTRE ORIGINI

24. Nostre origini

L’IMPATTO DELLA NOSTRA FILIERA: DUE ESEMPI SIGNIFICATIVI

Norandino
ALTERNATIVA REALE E SOSTENIBILE PER 7.000 FAMIGLIE - SVILUPPO SOSTENIBILE E COLTIVAZIONE BIOLOGICA - SELEZIONE DELLE PIANTE PIÙ RESISTENTI - SISTEMI DI IRRIGAZIONE PIÙ EFFICIENTI - PRODUZIONE DIVERSIFICATA
Leggi di più
El-Ceibo
47 COOPERATIVE SOCIE CON 1.300 FAMIGLIE ASSOCIATE - FILIERA 100% A SUD, DALLA FAVA DI CACAO AL CONFEZIONAMENTO - BANCA DEI SEMI E COLTIVAZIONE BIOLOGICA AL 100% - GRANDE ESEMPIO DI SOSTENIBILITÀ ECONOMICA ED AMBIENTALE
Leggi di più

ALTRE ORIGINI

Gebana-Togo-opzione2
STIAMO CAMBIANDO LE REGOLE DEL MERCATO
Tradin-Organic
PIONIERI DEL CACAO BIO IN SIERRA LEONE
MCCH
UNIAMO LE NOSTRE MANI
Conacado
IL CACAO È GRANDE
COME NASCE IL CIOCCOLATO
lavorazione
Dal campo al confezionamento
26. Vaore alle tue scelte
DEGUSTAZIONE
IL VALORE DELLE TUE SCELTE

IL GUSTO DI UN CIOCCOLATO DAVVERO BUONO: UNA GOLOSA SCELTA CHE FAI OGGI, UNA SCELTA SOSTENIBILE PER IL TUO DOMANI.

UN ALTRO FUTURO È GIÀ PRESENTE!